Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

"Tangenti all'Irfis in cambio di prestiti a tasso agevolato", si sblocca udienza preliminare

Individuato il giudice che dovrà celebrare il procedimento, gli imputati sono diciassette

Si sblocca dopo otto mesi l’udienza preliminare a carico di diciassette imputati, ai quali si contesta di avere messo in piedi un giro di tangenti in cambio della concessione di prestiti a tasso agevolato da parte dell'Irfis, istituto di credito di cui la Regione è unico azionista. Ieri mattina è stata comunicata la decisione dell’ufficio di assegnare il procedimento al gup Gianfranca Claudia Infantino.

Il 21 dicembre, dopo dieci mesi di stallo, riprenderà il procedimento che ruota attorno a due personaggi chiave: il consulente del lavoro Antonio Vetro, 48 anni, di Favara, e il funzionario dell'Irfis Paolo Minafò: entrambi erano finiti in carcere il 21 giugno dell’anno scorso, giorno dell'operazione “Giano Bifronte”, eseguita dalla Guardia di Finanza. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Tangenti all'Irfis in cambio di prestiti a tasso agevolato", si sblocca udienza preliminare

AgrigentoNotizie è in caricamento