Negativi i tamponi sui migranti ma l'emergenza non arretra, Martello: "Lanciamo appelli ma nessuno risponde"

Lampedusa è presa d'assalto. Sbarchi in continuazione ed il sindaco che torna a parlare: "Non sappiamo più dove mettere le persone, siamo in emergenza vera"

Foto di un precedente sbarco

Nuova nottata di sbarchi a Lampedusa. Le condizioni del mare favorevoli hanno incoraggiato i migranti a raggiungere l’isola più grande delle Pelagie. Questa notte a Lampedusa sono approdati 156 migranti, tre sbarchi in poche ore tra stanotte e le prime luci dell’alba per una situazione non migliora.

Nel dettaglio si tratta di 127 persone scappate dal Bangladesh, 6 dal Marocco, 8 dal Pakistan, 3 dall'Egitto, 6 dal Sudan, 2 dalla Guinea, altrettanti dal Ciad, 1 dalla Tunisia e 4 partiti dalla Libia. L'imbarcazione sulla quale viaggiavano è stata lasciata alla deriva. I migranti, dopo il trasbordo sulle unità di soccorso, sono stati portati a molo Favarolo. 

Sono 422, complessivamente, i migranti sbarcati a Lampedusa a partire dalla scorsa domenica. Di questi, 82 ieri sono stati trasferiti, con il traghetto di linea per Porto Empedocle. Mentre il giorno prima, la stessa cosa era accaduta ad altri 78. Su molo Favarolo, attualmente, ci sono 218 persone circa. Ieri sera, ne erano rimasti, in attesa del trasferimento previsto per oggi, 64. 

Lampedusa torna ad essere una "polveriera": 3 sbarchi, 82 migranti trasferiti e 160 in quarantena

"Con i 156 migranti sbarcati stanotte, ci sono sull'isola 380 migranti, se non è emergenza questa, insieme al Covid e all'emergenza economica. Non sappiamo dove mettere altri migranti - spiega Martello - abbiamo chiesto una nave di fronte al porto che potesse ospitarli ma non abbiamo ricevuto ancora alcuna risposta. So che, al ministero delle Infrastrutture, hanno aperto le buste per la nave-quarantena - ha spiegato l'amministratore -, ma ancora non conosciamo l'esito, né quello che accadrà nei prossimi giorni. Solo dal ministero dell'Interno si fanno sentire e oggi ci hanno rassicurato sul fatto che attiveranno tutte le procedure possibili per fare arrivare rapidamente la nave-quarantena".

Crisi economica e Covid 19

"Ripartenza? Lampedusa non potrà ripartire con i siciliani. Il 90% dei turisti arriva solitamente dalle 4 regioni più colpite da Covid, cioè Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna. Come si fa a dire che partiremo? Non c'è nessun provvedimento da parte della Regione e del Governo. - dice Martello - E non abbiamo nessuna risposta ai continui appelli lanciati al ministro dell'Economia per capire cosa accadrà nelle isole minori e a Lampedusa in particolare non appena si dirà che si può ripartire". 

Tamponi negativi per i migranti

Negativi. Sono risultati essere tutti negativi i tamponi Covid-19 ai quali sono stati sottoposti i 116 migranti ospiti da 27 giorni dell'hotspot di Lampedusa. La comunicazione è arrivata sull'isola dall'Asp di Palermo. Il gruppo di 116 ha dunque finito la quarantena precauzionale ed è stato già imbarcato sul traghetto di linea per Porto Empedocle dove giungeranno in serata. La struttura di contrada Imbriacola resta dunque libera. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • Coronavirus, 7 nuovi casi: 3 ad Aragona, 2 a Sciacca, 1 ad Agrigento e a Palma

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona e tamponi positivi anche a Licata

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Schizza il bilancio dei positivi nell'Agrigentino, ancora casi a Canicattì e Licata

  • Boom di contagiati da Covid 19 a Sciacca, adesso sono 29: ci sono anche un neonato e la sua famiglia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento