Lunedì, 22 Luglio 2024
Collaborazione cittadini-enti

Tagliate le erbacce e rimossi i rifiuti: torna a splendere l'area in cui venne assassinato il giudice Livatino

Il prefetto Filippo Romano: "E' molto importante che la zona in cui sorge la stele dedicata al magistrato-beato venga tenuta pulita e decorosa perché si tratta di un vero e proprio memorial di chi ha donato la vita in favore della legalità e nella lotta contro la mafia"

Ripulita l'area in cui sorge la stele dedicata al magistrato-beato Rosario Livatino. "La richiesta è stata fatta dopo la segnalazione di alcuni cittadini volenterosi, che il prefetto ringrazia, così come ringrazio il sindaco di Favara, Antonio Palumbo, per il pronto intervento. E' molto importante che l'area in cui sorge la stele dedicata al magistrato-beato venga tenuta pulita e decorosa perché si tratta di un vero e proprio memorial per un magistrato che ha donato la vita in favore della legalità e nella lotta contro la mafia" - ha commentato, stamani, la massima autorità di governo: il prefetto Filippo Romano - . 

ripulita area livatino2

La stele, lungo quella che era la strada statale 640 (ormai vecchio tracciato), venne fatta erigere dai genitori del giudice Rosario Livatino, il magistrato ucciso dalla mafia il 21 settembre del 1990. Il monumento si trova nel luogo in cui il magistrato venne assassinato. Lungo il ciglio della strada, che non è più via principale, e alle spalle del monumento c'erano "montagne" di sterpaglie e di rifiuti. Grazie alla collaborazione e mobilitazione fra cittadini, Prefettura e Comune di Favara, l'area è stata riportata al decoro, pieno e totale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagliate le erbacce e rimossi i rifiuti: torna a splendere l'area in cui venne assassinato il giudice Livatino
AgrigentoNotizie è in caricamento