Cronaca Naro

Saltano i trasporti gratuiti per molti studenti pendolari, Brandara: "Al loro fianco in questa battaglia"

Restano tagliati fuori i nuclei familiari con un isee superiore ai 10.600 euro annui

Abbonamenti per gli studenti pendolari, la Regione Sicilia taglia le risorse da destinare alle famiglie bisognose che hanno un Isee superiore a circa 10mila e seicento euro l'anno.

A denunciarlo, con una nota, è il sindaco di Naro Mariagrazia Brandara, che racconta come oggi fuori da ogni tutela restino decine di famiglie di studenti che frequentano le scuole di istruzione secondaria di secondo grado nei Comuni viciniori di Canicattì, Favara, Agrigento e Caltanissetta. Il primo cittadino, insieme all’assessore Lillo Burgio, ha ricevuto ieri una delegazione delle famiglie naresi degli studenti pendolari per mettere a punto le azioni per garantire la parità di tutti gli studenti e il loro pieno e concreto diritto allo studio.

 “Porteremo avanti una battaglia di civiltà per il diritto allo studio, costituzionalmente garantito a tutti, senza discriminazione alcuna - dice Brandara -. Addirittura, la Regione non vuole rimborsare nemmeno l’importo che, nell’anno scolastico precedente, il nostro Comune ha anticipato a favore di tutti gli studenti pendolari; infatti, la Regione ha deciso, retroattivamente, che le regole dell’anno scolastico 2021/2022 (cioè l’assegnazione del contributo alle sole famiglie con reddito Isee non superiore a 10.632,94) siano applicate anche per l’anno 2020/2021. Ciò darà un ulteriore colpo alle casse dei Comuni - continua - che intendono comunque farsi garanti del diritto allo studio per tutti e che combatteranno sino allo stremo, attivando incontri, proteste e coinvolgendo i territori e i loro attori in forma partecipativa e costruttiva, per conseguire l’obiettivo di concretizzare un diritto garantito dalla Costituzione a favore di ogni studente e a prescindere dal reddito familiare di ognuno".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saltano i trasporti gratuiti per molti studenti pendolari, Brandara: "Al loro fianco in questa battaglia"

AgrigentoNotizie è in caricamento