rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Canicattì

B&B "fantasma" e affitti "in nero" agli immigrati, raffica di denunce e multe

Scoperte anche strutture ricettive i cui titolari "dimenticano" di comunicare, al commissariato di competenza, i nominativi degli ospiti. Controllati pure negozi, bar e sale gioco 

Canicattì, Castrofilippo, Grotte, Naro e Racalmuto. E' anche in questi Comuni - dopo che l'apripista è stata Agrigento - che è partita la "stretta" contro le strutture ricettive i cui titolari "dimenticano" di comunicare, al commissariato di competenza: quello di Canicattì, i nominativi degli ospiti o dove capita anche che ci si imbatta in strutture "fantasma". Strutture ricettive appunto che non risultino affatto registrate, come tali, negli archivi della polizia. Sono state elevate 5 sanzioni amministrative per quasi 5 mila euro e due titolari di altrettanti strutture turistiche sono stati denunciati alla Procura. 

B&B abusivi, Sammartino: "Le strutture erano totalmente sconosciute allo Stato"

Ma i poliziotti del commissariato di Canicattì, che è coordinato dal vice questore Cesare Castelli, hanno fatto di più perché hanno scovato - e gli sono stata elevate sanzioni amministrative per oltre 2 mila euro - dei proprietari di appartamenti dati in locazione, soprattutto ad extracomunitari che sono risultati essere in regola col permesso di soggiorno, che hanno omesso la comunicazione - dell'avvenuta locazione dell'immobile - al commissariato. E questa comunicazione, per legge, va fatta entro 48 ore. Segnalate, poi, inadempienze relative ai lavoratori: impiegati non in regola. 

"Guerra" ai B&B abusivi, uno su due è fuori regola: già 25 le denunce 

Le strutture ricettive controllate, dalla squadra amministrativa del commissariato - sono state 8 a Canicattì, 3 a Castrofilippo, 4 a Grotte, 7 a Naro e 5 a Racalmuto. Ma i poliziotti del commissariato di Canicattì - sempre su disposizione del questore di Agrigento Maurizio Auriemma - hanno controllato anche, nell'ultimo periodo, 25 negozi, bar, sale gioco. 

B&B irregolari, scattano i controlli incrociati per stanare gli evasori 

Questa raffica di verifiche su esercizi commerciali e strutture ricettive è stata appunto fortemente voluta dal questore Auriemma per verificare il rispetto delle normative inerenti le licenze di polizia e la corretta applicazione delle leggi anche per la tutela dei cittadini. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

B&B "fantasma" e affitti "in nero" agli immigrati, raffica di denunce e multe

AgrigentoNotizie è in caricamento