rotate-mobile
Giovedì, 26 Gennaio 2023
L’anniversario / Ravanusa

Un anno dopo la strage di Ravanusa l'inchiesta è agli sgoccioli, in settimana la chiusura

I pm stanno esaminando la consulenza da cui emergerebbe una "scintilla casuale provocata da una camera di gas". Potrebbe essere stata una saldatura o una rottura di un piccolo pezzo a provocare la tragedia

Potrebbe essere stata una "scintilla casuale provocata da una camera di gas", in sostanza la rottura di una saldatura o di un pezzo della condotta a provocare la strage di Ravanusa in cui, esattamente un anno fa, persero la vita 9 persone, fra cui una donna che avrebbe partorito dopo pochi giorni, in una fuga di gas che provocò l'esplosione e la devastazione di un intero quartiere in via Trilussa.

Il procuratore facente funzioni di Agrigento, Salvatore Vella, nei prossimi giorni, dopo avere concluso l'esame della consulenza dei propri tecnici, coordinati dall'ingegnere Antonio Barcellona, chiuderà l'inchiesta e farà notificare l'avviso di conclusione delle indagini preliminari, atto che prelude alla richiesta di rinvio a giudizio.

Sotto inchiesta, da circa un anno, ci sono dieci dirigenti di Italgas, società che gestisce la condotta, ai quali viene contestata l'accusa di omicidio colposo. Nelle scorse ore, Luigi Pagliarello, padre di Selene, l'infermiera morta al nono mese di gravidanza sotto le macerie di una palazzina, si è rivolto con un appello al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione del primo anniversario della strage, che ricorre oggi, chiedendo che si faccia giustizia con celerità. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un anno dopo la strage di Ravanusa l'inchiesta è agli sgoccioli, in settimana la chiusura

AgrigentoNotizie è in caricamento