rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Cronaca Ravanusa

La strage di via Trilussa, dissequestrata l’area del disastro

Il procuratore Luigi Patronaggio firma il provvedimento: “Siamo stati celeri per alleviare i disagi degli sfollati

La Procura di Agrigento ha disposto il dissequestro dell'area del quadrilatero interessato all’esplosione di via Trilussa a Ravanusa, dove l’11 dicembre il crollo di una palazzina ha provocato 9 morti e 3 feriti. 

Il procuratore Luigi Patronaggio, con una nota, sottolinea che “non sono più necessari rilievi ed accertamenti tecnici. 

Il provvedimento - aggiunge -, adottato in tempi brevi rispetto all'evento, si è reso opportuno anche al fine di alleviare i disagi della popolazione e favorirne la ripresa economica e sociale”. 

Il dissequestro è stato firmato venerdì, subito dopo la conclusione degli accertamenti tecnici irripetibili durati 4 giorni durante i quali i consulenti della Procura, coordinati dall’aggiunto Salvatore Vella e dall’ingegnere Antonino Barcellona, hanno individuato il punto di rottura della condotta nei pressi dell’abitazione del professore Pietro Carmina. 

Patronaggio fa sapere che sono stato prelevati “materiale e segmenti della tubazione della rete di distribuzione, con particolare attenzione al tratto di tubazione di circa 4 metri interessato alla lesione e al raccordo rilevati, per essere sottoposti a verifiche anche con l'ausilio di sofisticate apparecchiature capaci di effettuare simulazioni tridimensionali”. 

Il procuratore conclude: “All'esito degli esami di laboratorio, svolti ancora una volta alla presenza dei consulenti tecnici di parte, verranno fornite ulteriori notizie pur sempre nel rispetto del segreto investigativo e della necessaria tutela della privacy delle parti processuali”. Nell’inchiesta, come atto dovuto, sono stati iscritti, per le ipotesi di reato di omicidio colposo plurimo, lesioni colpose e disastro, dieci dirigenti nazionali e regionali di Italgas reti. 

Gli indagati, assistiti da quattro difensori di Agrigento, Roma e Milano (gli avvocati Daniela Posante, Mario Zanchetti, Nadia Alecci e Massimiliano Foschini) hanno incaricato un pool di consulenti che ha preso parte a ogni fase degli accertamenti iniziati martedì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La strage di via Trilussa, dissequestrata l’area del disastro

AgrigentoNotizie è in caricamento