rotate-mobile
Sabato, 25 Maggio 2024
Legalità

Il trentennale della strage di Capaci, piantato l'albero della legalità davanti al tribunale

L'iniziativa è dell'associazione dei giovani avvocati di Agrigento: scoperta una targa in occasione dell'anniversario dell'eccidio che costò la vita al giudice Falcone, alla moglie e ai poliziotti della scorta

Una targa celebrativa e un albero di ulivo simbolo di legalità: anche la giustizia agrigentina celebra il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e i poliziotti della scorta in occasione dell'anniversario della strage di Capaci avvenuta esattamente 30 anni fa.

L'Associazione giovani avvocati di Agrigento, presieduta da Irene Eballi, ha fatto piantare un albero nello spazio verde davanti al palazzo di giustizia di Agrigento dove, peraltro, la principale aula è dedicata a un altro martire, il giudice Rosario Livatino: primo magistrato beato della storia della chiesa.

albero ricordo strage capaci 2-3-2

Alla cerimonia hanno partecipato gli altri iscritti dell'Aiga, una delegazione del Consiglio dell'Ordine degli avvocati, composta fra gli altri dal presidente Vincenza Gaziano, il presidente del tribunale Pietro Maria Falcone e il procuratore facente funzioni Salvatore Vella.

La scopertura della targa e la collocazione dell'alberello sono state precedute da un breve omaggio dei partecipanti che hanno ricordato le vittime con un applauso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il trentennale della strage di Capaci, piantato l'albero della legalità davanti al tribunale

AgrigentoNotizie è in caricamento