Cronaca

Zone industriali, le strade passano in mano ai Comuni

Saranno a loro carico le spese di manutenzione, diserbo e per l'illuminazione pubblica

Le strade all'interno delle aree industriali passano alla gestione dei Comuni. Nei giorni scorsi l’Irsap ha infatti consegnato gli assi stradali che si trovano all'interno degli agglomerati industriali ai Municipi di Agrigento, Favara, Aragona, Ravanusa, Casteltermini, Porto Empedocle, Siculiana, Realmonte e Campobello di Licata.

Saranno quindi compito delle amministrazioni comunali lo svincolo e l’asse urbano di Porto Empedocle di poco oltre 6 chilometri, comprese le pertinenze di pubblica illuminazione e rete di acque piovane; nell’area industriale di Ravanusa, nel comune di Campobello di Licata, consegnate nove strade e lo svincolo di acceso all’agglomerato; le strade dell’agglomerato di Casteltermini, consegnate al comune di Campofranco; 9 strade dell’agglomerato di Favara-Aragona e lo svincolo di accesso zona Asi, quindi viale Mediterraneo, viale delle Industrie, via Miniera Pozzo Nuovo, via Miniera Mintini, Piazza del Lavoro, via Miniera Mandra Principe, via Miniera Monte Leone, via Miniera Lucia, via Miniera Taccia Caci Pirandello e il collegamento con la strada statale statale 189, con annessi impianti di pubblica illuminazione di cui sono dotati. Vanno ai comuni e alla loro gestione le strade di Realmonte, in particolare la strada di collegamento Re01 di oltre 4 chilometri e quella di Siculiana Marina di 2 km.

La competenza, quindi anche in termini di operazioni di manutenzione e ripristino, diserbo, spazzamento, rimozione dei rifiuti abbandonati eccetera.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zone industriali, le strade passano in mano ai Comuni

AgrigentoNotizie è in caricamento