menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un tratto della provinciale (Foto: Giovanni Civiltà)

Un tratto della provinciale (Foto: Giovanni Civiltà)

La denuncia: "Strade impraticabili, San Biagio Platani tagliata fuori"

Lo scrive in una nota il capogruppo di Forza Italia al consiglio comunale di Agrigento, Giovanni Civiltà, con alcune foto che testimoniano le condizioni di degrado in cui versano le provinciali

“Le vie di comunicazione dei nostri paesi sono diventate sempre più impraticabili". Lo denuncia in una nota il capogruppo di Forza Italia al consiglio comunale di Agrigento, Giovanni Civiltà, con alcune foto che testimoniano le condizioni di degrado in cui versano le strade della provincia.

"Si è di fronte ad un disagio - si legge nella nota - che ha provocato una situazione critica per non dire cronica: cedimenti, scarsa illuminazione,  segnaletica inesistente e dislivelli della carreggiata rendono impercorribile anche a bassa velocità le strade che dall’entroterra portano verso il capoluogo della provincia. La mancata manutenzione ha creato situazioni di fortissimo disagio per la mobilità dei cittadini, tra studenti, pendolari e commercianti che quotidianamente sono costretti a muoversi percorrendo quelle strade oramai impraticabili". 

"Ciò ha determinato gravi danni allo sviluppo e all’economia dei paesi montani - prosegue Civiltà - che sono stati tagliati fuori dal commercio regionale. Il caso più incombente ed attuale è quello della strada che collega Agrigento a San Biagio Platani, comune conosciuto per la straordinaria capacità delle maestranze locali di realizzare gli Archi di pane per la festa di Pasqua. Il territorio della Valle del Platani, con una economia prevalentemente agricola e con piccole realtà artigianali di eccellenza,  ha visto diminuire, a causa dello stato pietoso in cui versano quelle strade, i propri guadagni". 

"La Sicilia ha bisogno, prima che delle grandi opere promesse dal governo nazionale di Renzi, - conclude Civiltà - di quei pochi ma vitali interventi quotidiani che nessuno può più sostenere. Urge, pertanto, coinvolgere la Regione Siciliana e avviare le opere di sistemazione e miglioramento delle strade provinciali in tempi brevi, sia per ripristinare condizioni di sicurezza e decoro, e sia per creare le condizioni di uno sviluppo sostenibile delle nostre comunità montane”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento