"Stalking", divieto di avvicinamento e proroga della libertà vigilata

La misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla donna, con prescrizione del divieto di contattarla con ogni mezzo: telefonico, telematico o per mezzo di terzi, è stata notificata al trentaduenne

Libertà vigilata prorogata per un altro anno per un cinquantenne saccense e divieto di avvicinamento ad una donna per un riberese trentaduenne. A notificare i due provvedimenti, negli ultimi giorni, sono stati rispettivamente i poliziotti del commissariato di Sciacca e gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Agrigento. Perché polizia e magistratura sono, naturalmente, sempre al fianco delle donne in difficoltà.

La misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla donna, con prescrizione del divieto di contattarla con ogni mezzo: telefonico, telematico o per mezzo di terzi, è stata notificata al trentaduenne di Ribera. A farlo sono stati gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Agrigento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I poliziotti del commissariato di Sciacca hanno invece dato esecuzione all’ordinanza emessa dall’ufficio di Sorveglianza di Agrigento con la quale è stata applicata la prosecuzione della misura di sicurezza della libertà vigilata per un ulteriore anno nei confronti di un cinquantenne saccense ritenuto responsabile delle ipotesi di reato di furto, stalking e lesioni personali. Proprio per quanto riguarda i casi di stalking e maltrattamenti in famiglia, c’è – nell’intero Agrigentino - un “sommerso” che, troppo spesso, non si traduce in denuncia. Qualcuno vive un quotidiano fatto di attenzioni morbose, di comportamenti aggressivi e intimidatori che vengono letti come espressione di un amore appassionato e di una gelosia innocua, ma che è spesso il triste copione di un crescendo di violenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il crack del gruppo Pelonero, Patronaggio: "Così la famiglia ha fatto sparire milioni di euro da un’azienda all’altra"

  • Operazione "Malebranche", colpito il gruppo Pelonero: 13 misure cautelari

  • Primo caso di Covid a San Giovanni Gemini: è uno studente che è stato in Lombardia

  • "Società aperte con capitale irrisorio, impennata con volume di affari milionario e tracollo pilotato": ecco il sistema "Pelonero"

  • Valle dei Templi gratis per tutti, gli arancini di Camilleri ed il Jazz: ecco il week end

  • Scontro fra due vetture alle porte di Canicattì, muore 64enne: automobilista arrestato per omicidio stradale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento