"Stalking a sfondo sessuale a dipendente", Regione parte civile contro ex direttore Biblioteca

La richiesta della presidenza e dell'assessorato è stata formalizzata all'apertura del processo a carico dell'attuale sovrintendente di Caltanissetta

Vincenzo Caruso

La presidenza della Regione Sicilia e l’assessorato ai Beni culturali si sono costituiti parte civile al processo a carico di Vincenzo Caruso, 62 anni, ex direttore della Biblioteca museo “Luigi Pirandello”, nonché attuale soprintendente ai Beni culturali di Caltanissetta, accusato di atti persecutori, a sfondo sessuale, nei confronti di un’impiegata dell’ufficio. La richiesta, accolta dal giudice Manfredi Coffari senza neppure l’opposizione dei difensori dell’imputato, gli avvocati Vincenzo Caponnetto e Walter Tesauro, è stata formalizzata questa mattina dall’avvocato dello Stato, Mario De Mauro, prima che venisse aperto il dibattimento. Subito dopo le parti hanno preso la parola per illustrare i propri mezzi di prova.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il pubblico ministero Manuela Sajeva, i difensori delle parti civili (l’impiegata vittima della presunta persecuzione, il marito, un sindacato e il centro antistalking Telefono aiuto, rappresentati dagli avvocati Giuseppe Arnone, Arnaldo Faro e Calogero Santamaria) hanno illustrato i rispettivi mezzi istruttori. Anche su questo terreno, non sono mancati gli scontri. Arnone, che nei mesi scorsi aveva chiesto pubblicamente alla Regione di costituirsi contro il suo funzionario, ha chiesto, anche con termini piuttosto coloriti, di escludere dalla lista dei testi dell’imputato le dipendenti della Sovrintendenza di Caltanissetta. “Hanno conosciuto Caruso dopo i fatti. È come se Cristiano Ronaldo nell’eventuale processo per violenza sessuale ai danni di una modella chiedesse di sentire le tifose del Real Madrid per far dichiarare che con loro si comportava bene”. Il giudice, sull’eventuale taglio della lista dei testi, si è riservato di decidere. Intanto si inizia il 6 febbraio con l’audizione della vittima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: calano i contagi, ma ci sono Comuni dove si registra un'impennata

  • Coronavirus, boom di contagi fra Licata, Sciacca, Porto Empedocle e Raffadali: anche 2 bimbi e una docente

  • Aumentano i contagi da Covid, sospesi i mercatini settimanali: ecco dove

  • Coronavirus: boom di contagi in città (+7), Licata (+7) e Canicattì (+10), positivi alunni, docente e operatore: scuole chiuse

  • Coronavirus, la curva dei contagi continua a salire: morta 93enne, due vittime in poche ore

  • Coronavirus, sono 18 i nuovi casi positivi: il contagio non si arresta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento