menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ignazio Cutrò

Ignazio Cutrò

Sportello antiracket ad Agrigento, continua l'aiuto agli imprenditori vessati

Lo sportello fin dalla sua inaugurazione ha già dato sostegno e supporto a poco meno di dieci imprenditori, decisi nel manifestare il loro "no" alla prepotenza mafiosa. Un aiuto, sia morale che legale, che vuole essere da stimolo nella lotta alla mafia e al racket delle estorsioni

Continua incessante l'opera sul territorio dello sportello antiracket dell'associazione "Libere terre" dell'imprenditore bivonese Ignazio Cutrò, a sostegno di coloro i quali decidono di denunciare le vessazioni della criminalità organizzata. Ospitato nella sede della Confartigianato di Agrigento, in via XXV aprile, lo sportello fin dalla sua inaugurazione ha già dato sostegno e supporto a poco meno di dieci imprenditori, decisi nel manifestare il loro "no" alla prepotenza mafiosa. Un aiuto, sia morale che legale, che vuole essere da stimolo nella lotta alla mafia e al racket delle estorsioni.

"Il nostro impegno è soprattutto teso a non lasciare soli gli imprenditori che decidono di denunciare – dice Ignazio Cutrò - , perché la paura più frequente è quella di rimanere soli dopo aver denunciato i propri aguzzini. Noi questo non dobbiamo permetterlo e dobbiamo aiutare lo Stato a dare sostegno ai cittadini 'coraggiosi'. Soltanto se ci uniamo possiamo vincere". Per contattare lo sportello antiracket basta comporre il numero verde 800 92 63 87.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento