menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sparatoria al cimitero di Canicattì, Vincenzo Mongitore torna libero

Vincenzo Mongitore, 31 anni, finito in manette assieme al padre Giuseppe, 60 anni, dopo una sparatoria avvenuta nei pressi del cimitero di Canicattì, è stato rimesso in libertà su disposizione del Tribunale del Riesame di Palermo, che ha accolto le istanze della difesa dell'uomo

Vincenzo Mongitore, 31 anni, finito in manette assieme al padre Giuseppe, 60 anni, dopo una sparatoria avvenuta nei pressi del cimitero di Canicattì, è stato rimesso in libertà su disposizione del Tribunale del Riesame di Palermo, che ha accolto le istanze della difesa dell'uomo

I due erano stati arrestati con l’accusa di tentato omicidio e concorso in tentativo di omicidio nonchè di porto illegale di armi da fuoco.

A seguito della sparatoria in ospedale finirono per le ferite al torace Giuseppe Sorce, 27 anni, e ferito in maniera meno grave Giovanni Milana, 41 anni.

Vincenzo Mongitore si trovava agli arresti domiciliari ed ora, dopo la decisione del Riesame, torna libero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento