rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Tribunale / Licata

"Sparò dopo l'ennesima lite all'ex socio in affari", ai domiciliari l'ex consigliere comunale

Il giudice ha sostituito la misura cautelare in seguito alla sentenza di primo grado del 15 luglio scorso che ha riqualificato il reato da tentato omicidio a lesioni personali aggravate

Gaetano Aronica, 50enne, ex consigliere comunale di Licata che, nel luglio dello scorso anno, al culmine dell'ennesima lite, sparò 4 colpi di pistola contro l'ex socio dell'attività di onoranze funebri, lascia il carcere e va agli arresti domiciliari. Lo ha deciso il gup del tribunale di Agrigento che ha accolto - secondo quanto riporta oggi il quotidiano La Sicilia - le istanze della difesa, rappresentata dagli avvocati Francesco Cottone e Carmelo Tuccio. Il giudice ha sostituito la misura cautelare in seguito alla sentenza di primo grado del 15 luglio scorso che ha riqualificato il reato da tentato omicidio a lesioni personali aggravate

Sparò dopo l'ennesima lite all'ex socio in affari, condannato ex consigliere comunale

Di fatto, il quadro delle esigenze cautelari si è attenuato. La stessa Procura della Repubblica ha dato parere favorevole agli arresti domiciliari. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sparò dopo l'ennesima lite all'ex socio in affari", ai domiciliari l'ex consigliere comunale

AgrigentoNotizie è in caricamento