menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Spaccio e tentata estorsione", il Riesame: l'indagato resta in carcere

Annullato invece l'obbligo di dimora a Ribera che era stato disposto dal gip del tribunale di Sciacca, Alberto Davico, nei confronti di altre due persone di 51 e 41 anni

Il tribunale del Riesame ha rigettato la richiesta di revoca della misura cautelare: Gaetano Clemente, di 52 anni, di Ribera, resta in carcere. L'uomo è indagato per tentata estorsione e detenzione al fine di spaccio di droga. L'istanza di revoca della misura cautelare era stata avanzata - secondo quanto riporta oggi il Giornale di Sicilia - dai suoi difensori, gli avvocati Giovanni Di Caro e Calogero Vella. Il Riesame, invece, ha annullato l'obbligo di dimora a Ribera che era stato disposto dal gip del tribunale di Sciacca, Alberto Davico, nei confronti di altri due imputati in questa vicenda, pure loro riberesi, di 51 e 41 anni, accogliendo l'istanza presentata dagli avvocati Giuseppe Tramuta e Salvatore Tortorici.

La difesa di Clemente valuta adesso il ricorso in Cassazione. L'operazione è frutto di un anno di indagini da parte dei carabinieri che hanno operato intercettazioni, telefoniche ed ambientali. Le indagini, anche attraverso numerosi appostamenti e pedinamenti effettuati da carabinieri in borghese della tenenza di Ribera, avrebbero consentito di accertare un'attività di spaccio di stupefacenti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Gioca 10 euro e ne vince 2milioni: caccia al fortunato di Cattolica Eraclea

  • Cronaca

    Un agrigentino a "Uomini e donne", Gero Natale debutta su Canale 5

  • Sport

    L'ex "portierone" Daniele Indelicato vola a Dubai: affiancherà Sosa

Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento