Spaccio e "scontri" fra immigrati, si rischia una tragedia? Rafforzato il presidio delle forze dell'ordine

Il prefetto Dario Caputo: "Bisogna garantire l'ordinata e civile convivenza". In Prefettura anche alcuni rappresentanti della comunità senegalese

Un momento del comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica

Al tavolo del comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica - svoltosi in Prefettura - c'erano anche più rappresentanti della comunità senegalese. I controlli - per prevenire e reprimere l'allarmante fenomeno dello spaccio di stupefacenti nel triangolo fra piazza Ravanusella e via Atenea, passando per le vie Cannameli, Boccerie e Vallicaldi, ci sono stati e hanno già prodotto dei risultati. Ma, visto che l'atmosfera sembrerebbe essersi fatta incandescente tant'è che si sono registrati degli scontri fra presunti spacciatori gambiani e i residenti senegalesi, nei prossimi giorni, i controlli diventeranno costanti e collettivi: tutte, indistintamente, le forze dell'ordine saranno schierate in quella porzione del centro di Agrigento. "Perché bisogna garantire l'ordinata e civile convivenza" - ha detto il prefetto di Agrigento: Dario Caputo.  

Spaccio e "scontri" fra gambiani e senegalesi: convocato un comitato per l'ordine e la sicurezza

"Abbiamo evidenziato come, rispetto ad episodi delinquenziali o di malavita che si riscontrano nell'ambito cittadino, non siamo all'anno zero. L'attività delle forze dell'ordine è costante e continua ed ha già dato una serie di risultati importanti - ha sottolineato, a margine del comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica, il prefetto - . Rispetto alla fase acuta che si è verificata in questi giorni, le forze dell'ordine non hanno fatto mancare e non faranno mancare una loro presenza e un'attività ancora più incisiva per reprimere eventuali illegalità, ma anche per garantire quel contesto all'interno del quale sarà più facile prevenire la commissione di ogni tipo di reato - ha aggiunto il prefetto Caputo che ha ringraziato tutte le forze dell'ordine - . L'azione delle forze dell'ordine sarà collettiva, con una presenza costante nelle prossime giornate, negli ambiti interessati da questi fenomeni, a garanzia della sicurezza delle comunità e per la tranquillità dei cittadini agrigentini".

spaccio, immigrazione comitato per l'ordine e la sicurezza-2

Bottigliate, calci e pugni fra immigrati: due senegalesi in ospedale  

Al vertice, convocato d'urgenza, oltre ai rappresentanti di tutte le forze dell'ordine era presente anche il sindaco Lillo Firetto e alcuni rappresentanti della comunità senegalese. La Prefettura ha voluto che ci fossero anche loro per tracciare le strade da percorrere per sensibilizzare - all'ordinata convivenza - tutte le comunità coinvolte. Strade indispensabili per evitare che si consumi qualche tragedia. "Perché Agrigento non lo merita!" - aveva già sottolineato, prima del comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica, il prefetto Dario Caputo - . 

"Qua non si spaccia": nuovo "scontro" fra senegalesi e gambiani, sequestrato hashish

spaccio, immigrazione comitato per l'ordine e la sicurezza2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, traffico di droga e politica: scatta l'operazione "Oro bianco": 12 arresti, ecco i nomi

  • Fiumi di droga, estorsioni, minacce e il "braccetto" con la politica: ecco i dettagli dell'operazione "Oro bianco"

  • Scontro fra due auto nella zona industriale, muore impiegata 62enne

  • Rimorchio si sgancia da tir e travolge auto: due feriti, uno in gravi condizioni

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore (+79 in provincia): la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento