Venerdì, 19 Luglio 2024
Operazione "Sunlight drug" / San Leone

Spaccio di ecstasy e cocaina in piazzale Giglia: due condanne e un'assoluzione

Il blitz della squadra mobile ha sgominato un giro di droga che sarebbe stata venduta ai ragazzini nell'estate del 2018 al centro della frazione balneare

Due condanne e un'assoluzione al processo scaturito dall'operazione “Sunlight drug”, che il 9 novembre del 2019 ha fatto scattare cinque misure cautelari, nell’ambito di un’indagine che ipotizzava un giro di spaccio di hashish, anfetamine, ecstasy e cocaina a San Leone e in particolare in piazzale Giglia dove la polizia, con pedinamenti e intercettazioni avrebbe documentato le prove dello spaccio.

Sono state decise dal giudice per l'udienza preliminare del tribunale di Agrigento, Giuseppe Miceli, a conclusione del processo che si è celebrato con il rito abbreviato.

Spaccio di droga a San Leone: chieste 3 condanne

Tre anni di reclusione sono stati inflitti al 23enne Angelo Battaglia nei cui confronti il pm Gloria Andreoli aveva chiesto 3 anni e 4 mesi. Sei mesi di reclusione per Alessandro Calogero Trupia, 31 anni (3 anni era la richiesta di pena).

Assoluzione per non avere commesso il fatto nei confrontio di Faisal Haouari, 28 anni: anche per lui il magistrato della procura aveva chiesto 3 anni di reclusione.

L’indagine della polizia si è sviluppata nell'estate del 2018 a San Leone, frazione balneare maggiormente popolata e frequentata dai più giovani nei mesi più caldi dell’anno. La squadra mobile ha eseguito - tra maggio e settembre di quell’anno - appostamenti e intercettazioni, anche con l'ausilio di telecamere, che hanno permesso di portare alla luce, sostiene l’accusa, numerose cessioni di stupefacenti nel piazzale Giglia, cuore della frazione balneare.

Spaccio nei luoghi della movida, in 4 chiedono l'abbreviato

Gli indagati avrebbero spacciato noncuranti dei numerosi passanti e senza alcuna remora o precauzione. Nel corso delle indagini sono stati sequestrati hashish, anfetamine, ecstasy e cocaina, per un totale di circa 250 grammi.

Il giudice, accogliendo parte delle tesi difensive (nel collegio figuravano gli avvocati Leonardo Marino, Arnaldo Faro, Salvatore Pennica e Ninni Giardina), hanno escluso alcune delle contestazioni per cui era stato chiesto il rinvio a giudizio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio di ecstasy e cocaina in piazzale Giglia: due condanne e un'assoluzione
AgrigentoNotizie è in caricamento