rotate-mobile
Cronaca

Lo spaccio di droga è "in mano" ai migranti, potenziati i controlli in vista del Natale

All'alba di martedì, i carabinieri hanno arrestato un libico e due pakistani che nascondevano l'hashish e la cocaina fra gli spaghetti e il caffè

Che lo spaccio di droga - in centro storico, ma non soltanto - ad Agrigento sia "in mano" agli extracomunitari non soltanto è risaputo, ma è stato accertato da diverse operazioni con arresti. E nelle ultime ore, nel grande puzzle del contrasto allo spaccio - e dunque al consumo - degli stupefacenti è stato intersecato un nuovo, importante, tassello.

I carabinieri della compagnia di Agrigento hanno arrestato due pakistani e un libico. Immigrati che nascondevano la "roba" da spacciare - hashish e cocaina - fra gli spaghetti e il caffè.

I controlli continueranno ad essere attuati, e laddove possibile ancora ulteriormente potenziati, in vista delle festività natalizie. Perché, naturalmente, durante il periodo di festività c'è una maggiore concentrazione di giovanissimi, ma non soltanto, in giro per la città. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo spaccio di droga è "in mano" ai migranti, potenziati i controlli in vista del Natale

AgrigentoNotizie è in caricamento