rotate-mobile
Cronaca Porto Empedocle

"Spacciava cocaina mentre era ai domiciliari", condannato pregiudicato

Un anno di reclusione è stato inflitto all'empedoclino James Burgio, 23 anni, sorpreso con 75 grammi di droga divisa in involucri

Un anno di reclusione e 2.000 euro di ammenda. Sono stati inflitti dal giudice Giancarlo Caruso a James Burgio, 24 anni, di Porto Empedocle, arrestato lo scorso 2 febbraio con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di droga. Il ventenne, difeso dagli avvocati Salvatore Pennica e Rosario Fiore, che ha alle spalle diverse vicissitudini giudiziarie, era stato sorpreso nella sua abitazione, dove era detenuto agli arresti domiciliari, con alcuni involucri di cocaina pronti per lo spaccio. Gli agenti della sezione Volanti, insospettiti dalla presenza all’interno dell’abitazione di Burgio, di un’altra persona, già nota alle forze dell'ordine, hanno deciso di intervenire e l’operazione di polizia ha avuto un esito positivo.

Dopo una perquisizione, gli agenti hanno trovato addosso al ventiquattrenne due involucri confezionati con plastica trasparente, contenenti complessivamente circa 75 grammi di cocaina. Il pubblico ministero, Calogero Montante, al termine della requisitoria aveva chiesto la condanna a quattro anni di reclusione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Spacciava cocaina mentre era ai domiciliari", condannato pregiudicato

AgrigentoNotizie è in caricamento