menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Operazione "SelfService":  Sospeso Di Francesco, conclusi gli interrogatori

Operazione "SelfService": Sospeso Di Francesco, conclusi gli interrogatori

Operazione "SelfService": Sospeso Di Francesco, conclusi gli interrogatori

L'ex dirigente dell'Utc non convince perchè smentito dalle intercettazioni

Il Gip del Tribunale di Agrigento ha sospeso dal servizio Sebastiano Di Francesco, ex dirigente dell'Utc indagato nell'ambito dell'operazione "SelfService". Il provvedimento segue di poco quello disciplinare emenato dal sindaco Marco Zambuto per Di Francesco e per i due vigili urbani indagati.

Di Francesco non è stato arrestato in quanto non ci sono prove che anche lui, come Zicari, percepì tangenti. L'uomo è già stato interrogato, ma non ha convinto il giudice. Infatti Di Francesco ha negato l'esistenza di una associazione a delinquere all'interno dell'Utc, e ha anche negato il fine lucroso delle pratiche consegnate a Zicari: dichiarazioni smentite dalle intercettazioni telefoniche.

Intanto si sono conclusi gli interrogatori degli altri indagati, ieri è toccato ai cinque finiti ai domiciliari e a Salvatore Troisi. Pasquale Farruggia, che era già stato ripreso mentre pagava una tangente, ha ammesso il fatto. Alfonso Vullo ha cercato di dare una spiegazione alle immagini che lo ritraevano mentre pagava Zicari e ha affermato che non si trattava di una tangente; Giuseppe Gallo, Gerlando Tuttolomondo ed Emanuele Navarra non hanno risposto.

Anche Salvatore Troisi, uscito da poco dall'ospedale a seguito di un intervento chirurgico e già condotto in carcere, si è avvalso della facoltà di non rispondere, la difesa chiederà un'attenuante della restrizione per le sue condizioni di salute.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento