menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Soppressa la "Freccia del Sud", le reazioni in provincia

Giancarlo Granata: "Questo taglio non fa altro che aumentare il divario tra il sud e il nord...

Gli "Autonomisti forti e liberi" della provincia di Agrigento esprimono il loro disappunto per la soppressione della Freccia del Sud ovvero del collegamento ferroviario diretto che collegava il Nord con il Sud Italia tra cui la provincia  di Agrigento. "È un fatto grave - dichiara l’onorevole Giancarlo Granata - che la Freccia del Sud sia stata soppressa nel silenzio più assordante da parte di chi dovrebbe difendere gli interessi legittimi della comunità agrigentina Questo taglio - continua Giancarlo Granata - non fa altro che aumentare il divario tra il sud e il nord Italia e dimostra come  le scelte di Trenitalia siano orientate unicamente nella direzione di privilegiare i collegamenti sino a Napoli abbandonando al proprio destino la Sicilia e ancor di più il territorio della provincia di Agrigento relegato ormai alla più totale marginalità economica e sociale. Da un lato Trenitalia inaugura  l’alta velocità con treni all’avanguardia dotati di tutti i confort dall’altro lato decide di tagliare i residui collegamenti con la nostra provincia . Una provincia  come la nostra - dichiara Giancarlo Granata - che allo stato attuale non dispone di nessun altro tipo di collegamento subirà pesantemente tale scelta discriminate e a pagarne le conseguenza saranno come sempre i più deboli cioè le famiglie e i giovani studenti che dovranno ricorrere ad altri mazzi di trasporto pubblico con un notevole dispendio di risorse economiche. Auspico - conclude Giancarlo Granata - che, laddove si sia ancora in tempo, le Istituzioni tutte  intervengano affinchè il collegamento 'Freccia del Sud' non solo sia mantenuto ma al contrario potenziato".


Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento