rotate-mobile
Martedì, 28 Giugno 2022
Cronaca Canicattì

Minacce a maresciallo Gdf, solidarietà di Cicero (Irsap): «Dalla Procura segno compattezza istituzioni»

La solidarietà giunge per le minacce ricevute con una lettera inviata alla sua abitazione, e perchè nonostante le minacce il militare ha proseguito implacabile l'esercizio delle sue funzioni proseguendo la propria dettagliata testimonianza al processo in corso ad Agrigento

«Al maresciallo della Guardia di finanza Francesco Licari va la mia doppia solidarietà. In primo luogo per le ignobili minacce ricevute con una lettera inviata presso la sua abitazione di Canicattì per intimidirlo, in secondo luogo perchè a fronte di tali minacce il militare ha proseguito implacabile l'esercizio delle sue funzioni proseguendo la propria dettagliata testimonianza al processo in corso ad Agrigento».

Lo dice Alfonso Cicero, presidente dell'Irsap secondo il quale «il gesto del procuratore capo di Agrigento, Renato di Natale, insieme al suo aggiunto, Ignazio Fonzo ed ai sostituti, di rendere note le minacce in aula, testimonia la concreta vicinanza dell'intero ufficio inquirente a difesa del maresciallo Licari, dimostrando che la compattezza delle Istituzioni contro i sistemi criminali, nella difesa delle regole e dei servitori dello Stato, rappresenta la risposta più netta ed efficace affinchè tali gravi minacce vengano rispedite al mittente».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce a maresciallo Gdf, solidarietà di Cicero (Irsap): «Dalla Procura segno compattezza istituzioni»

AgrigentoNotizie è in caricamento