rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Cronaca

Falsi braccianti agricoli per truffare l'Inps, la prescrizione salva 63 imputati

Secondo i giudici il decorso del tempo ha reso non più punibili le accuse di associazione a delinquere, falso e truffa: gli imputati erano accusati di avere creato delle società fantasma

Società inesistenti create a tavolino con l’esclusiva finalità di truffare l’Inps? A distanza di 12 anni dai fatti i giudici della seconda sezione penale, presieduta da Wilma Angela Mazzara, hanno dichiarato la prescrizione dei reati per tutti i 63 imputati.

La presunta organizzazione, sostiene l’accusa, “fabbricava” aziende che operavano nel settore agricolo. Sulla carta risultavano decine di assunzioni di braccianti che in realtà servivano solo, una volta terminati i rapporti di lavoro “fantasma”, a incassare i soldi dell’indennità di disoccupazione ma non solo: i falsi posti di lavoro, sostiene l'accusa, servivano pure per incassare i contributi pensionistici e persino le indennità per malattie.

Ecco l’elenco degli imputati: Angelo Amato, 37 anni, di Licata; Vincenzo Amato, 33 anni, di Licata; Giuseppa Elisa Cuttitta, 40 anni, di Licata; Ignazio Amato, 71 anni, di Licata; Angela Carità, 63 anni, di Licata; Ottavio Giuseppe Amato, 61 anni, di Licata; Vincenza Cinzia Sorriso, 44 anni, di Licata; Patrizia Accursio, 40 anni, di Licata; Calogero Amato, 63 anni, di Palma; Domenico Savio Ballacchino, 39 anni, di Licata; Giovanna Pietrina Paola Ballacchino, 48 anni, di Licata; Angelo Barbera, 42 anni, di Licata; Gaspare Buscemi, 48 anni, di Licata; Angelo Cacciato, 37 anni, di Canicattì; Marco Calà, 37 anni, di Licata; Angelo Cammilleri, 52 anni, di Licata; Francesco Candiano, 65 anni, di Licata; Veronica Candiano, 27 anni, di Licata; Angelo Catania, 33 anni, di Licata; Paolo Catania, 54 anni, di Palma; Giovanni Centorbi, 46 anni, di Licata; Angelo Consagra, 45 anni, di Licata; Rosaria Cusumano, 61 anni, di Licata; Salvatore Cusumano, 47 anni, di Licata; Pasqualina Di Vincenzo, 51 anni, di Palma; Tommaso Famà, 52 anni, di Licata; Pietro Fuciglia, 47 anni, di Licata; Antonino Galanti, 51 anni, di Licata; Angelo Grillo, 45 anni, di Licata; Santina Guerriero, 37 anni, di Canicattì; Vincenzo Iacona, 42 anni, di Licata; Francesco Damiano Incorvaia, 30 anni, di Licata; Tommaso La Cognata, 60 anni, di Licata; Benedetto Licata, 59 anni, di Licata; Rosamaria Licata, 30 anni, di Licata; Raimondo Giuseppe Lo Giudice, 52 anni, di Palma di Montechiaro; Carlo Lo Vasco, 41 anni, di Licata; Pietro Lo Vasco, 47 anni, di Licata; Caterina Mammoliti, 41 anni, di Licata; Pina Marotta, 40 anni, di Licata; Cinzia Emilia Martello, 41 anni, di Licata; Calogero Massaro, 42 anni, di Licata; Amedeo Mazza, 58 anni, di Palma; Antonino Monachello, 44 anni, di Licata; Calogero Mulè, 25 anni, di Canicattì; Gabriele Portelli, 44 anni, di Licata; Vincenza Portelli, 39 anni, di Licata; Giuseppina Posata, 44 anni, di Licata; Marilena Re, 46 anni, di Licata; Angelo Ripellino, 39 anni, di Licata; Calogero Ruggeri, 47 anni, di Palma; Massimo Emiliano Russello, 42 anni, di Licata; Giuseppa Salviccio, 66 anni, di Licata; Marcella Salviccio, 40 anni, di Licata; Giuseppe Semprevivo, 34 anni, di Licata; Filippo Stincone, 33 anni, di Palma; Luigi Tosolini, 34 anni, di Licata; Onofrio Triglia, 39 anni, di Licata; Cornelia Tudor, 46 anni, di Licata; Rosaria Angela Valoroso, 41 anni, di Licata; Carmela Vedda, 53 anni, di Licata; Gaetano Vedda, 56 anni, di Licata; Gaspare Vitali, 62 anni, di Licata. Il pm ha chiesto 7 anni per Ignazio Amato, 3 anni per Vincenzo Amato e Giuseppe Ottavio Amato.

In una delle ultime udienze il pubblico ministero Antonella Pandolfi aveva concluso la requisitoria ritenendo che non tutti i reati fossero prescritti e proponendo condanne fra i 2 e i 7 anni di reclusione. Il pm aveva chiesto 7 anni per Ignazio Amato, 3 anni per Vincenzo Amato e Giuseppe Ottavio Amato. Pene comprese fra i 2 anni e i 2 anni e 3 mesi per gli altri. I fatti risalgono al periodo compreso fra il 2010 e il 2013.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falsi braccianti agricoli per truffare l'Inps, la prescrizione salva 63 imputati

AgrigentoNotizie è in caricamento