Smartworking negli enti locali: tra problemi organizzativi e personale senza una mansione

Da oltre un mese è diventata ordinaria una forma di gestione del lavoro che era pensata solo per l'eccezionalità: difficile anche far funzionare gli enti

Si chiama "Smart working", "lavoro agile" in italiano, e ormai è sulla bocca di tutti. E' una forma di attività che si svolge da casa, una forma che oggi è divenuta irrinunciabile per garantire la riduzione della diffusione del contagio da Covid-19, sia per le aziende private che per gli enti pubblici.

Ma, materialmente, all'interno di un Comune come si riesce praticamente a realizzare lo "smart working"? Spesso, ci spiegano dei dipendenti, con difficoltà. Complesso è, lavorando dalla distanza, coordinare le attività svolte da tutti, o garantire una serie di risultati se, magari, un lavoratore non padroneggia perfettamente gli strumenti digitali.

Emergenza Covid 19, Zicari: "Smart working negli uffici tecnici? Serve uno sforzo in più"

Ma non è tutto qui. Perché al momento tutti quei lavoratori che si occupavano ad esempio di servizi di front office, o di guardiania (portieri, custodi, guide), o ancora che svolgevano la funzione di autisti eccetera, dopo aver già preso le ferie e i riposi (come previsto dalla norma), è oggi a casa senza svolgere alcuna mansione. Sia chiaro, in un momento di scelte straordinarie nessuno può obiettare, stante che l'interesse primario non può che rimanere la salute dei lavoratori. Certo è però che, alla lunga, gli enti dovranno iniziare a fare i conti con questa nuova organizzazione. Alcuni, come fanno ad esempio al Libero Consorzio, stanno approfittando di queste settimane per far formare il personale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento