Il sindaco Firetto: "Ora si pensi allo sviluppo dell'area portuale di Porto Empedocle"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Ora si pensi allo sviluppo dell'area portuale di Porto Empedocle per la crocieristica e per i collegamenti più veloci con le isole,  e all'aeroporto per l'area centro meridionale della Sicilia". Il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, ha ringraziato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, per l'attenzione dimostrata sulla statale Agrigento - Caltanissetta,  strada di ordinaria necessità.

Firetto, nel ricordare la giusta protesta di 42 sindaci per il blocco dei cantieri anche sulla Agrigento-Palermo, ha anche affermato: "Il Governo continui ad occuparsi di opere di ordinaria normalità ma indispensabili per lo sviluppo di un'area fortemente depressa, seppur  vivace di iniziative d'impresa e in continuo fermento nel turismo culturale. Opere, necessarie e tutt'altro che straordinarie - ha detto Firetto - come il potenziamento del porto a Porto Empedocle, scalo marittimo di Agrigento, per il collegamento veloce con Malta, Lampedusa, Pantelleria, e per il rilancio della crocieristica sul Mediterraneo. Opere indispensabili come l'aeroporto, che per noi ha valore di sostegno allo sviluppo turistico e culturale dell'area. Opere che ci consentirebbero di raggiungere condizioni di ordinaria infrastrutturazione".

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento