menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sindacati, precisazioni sullo sciopero indetto dai lavoratori di "Girgenti acque"

In attesa della convocazione in Prefettura, le Organizzazioni sindacali del settore Acqua e Gas, che hanno proclamato la volontà di sciopero nei confronti della ditta "Girgenti Acque" in data 8 febbraio, hanno voluto aggiungere delle precisazioni

In attesa della convocazione in Prefettura, le Organizzazioni sindacali del settore Acqua e Gas, che hanno proclamato la volontà di sciopero nei confronti della ditta "Girgenti Acque" in data 8 febbraio, hanno voluto aggiungere delle precisazioni. La protesta sarebbe motivata dagli «ingiustificati ritardi nel pagamento degli stipendi ai lavoratori, dalla mancata concessione delle ferie, dal mancato pagamento della quota salariale 'una tantum', dall’articolazione dell’orario di lavoro e mancata concessione di riposi compensativi e il persistere di un clima intimidatorio nei confronti delle maestranze.

Ribadiamo quanto lamentato e dimostreremo nella sede istituzionale preposta alla procedura di raffreddamento prevista dalla legge, ovvero la Prefettura di Agrigento, quanto asserito con dati e documentazione idonea - scrivono Cgil Filctem, Femca Cisl e Uiltec -. Non abbiamo intenzione alcuna di polemizzare, nè tantomeno pregiudizi di sorta nei confronti dell’Azienda, ribadiamo con forza che il problema di fondo è la sistematica violazione di norme contrattuali, di legge e degli accordi sottoscritti in ambito aziendale e istituzionale».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento