rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
La polemica / Centro città

Perde la vita a 20 anni per un malore: gli amici gli dedicano un memoriale, ma c'è chi dice no

Una scritta e uno striscione sono apparsi intorno fine aprile nella villetta Jannuzzo

"Simone vive. Sarai sempre con noi". E' questo il testo di una scritta in vernice e uno striscione apparsi alcuni giorni fa nella zona alta della città, all'interno della villetta Jannuzzo.

Ai piedi della dedica, un vaso per contenere dei fiori, in una sorta di piccolo santuario alla memoria di un giovane, Simone B., poco più di vent'anni, deceduto a fine aprile mentre si trovava in provincia di Milano. A stroncarlo, pare, un grave attacco d'asma.

Una morte tragica, per quanto avvenuta per cause naturali, che ha oviamente sconvolto tutti coloro che conoscevano Simone a partire dai suoi amici che hanno ritenuto di ricordarlo all'interno di quella villetta dove trascorrevano le proprie giornate come tutti i giovani.

Una dedica che non è però sfuggita al Codacons, che ha denunciato il tutto pur manifestandosi comprensivo verso il momento di dolore vissuto dai ragazzi. "Non può passare il messaggi che si può fare ciò che si pensa di fare - scrive Giuseppe Di Rosa -. Non è corretto, non si critica il pensiero all’amico o altro, ma non può passare il messaggio che una città abbandonata la puoi distruggere ancora di più, se proprio si voleva fare, bastava uno striscione removibile senza ricorrere alla vernice sul muro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perde la vita a 20 anni per un malore: gli amici gli dedicano un memoriale, ma c'è chi dice no

AgrigentoNotizie è in caricamento