Sicurezza nelle imbarcazioni da pesca, pubblicato il bando

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Scade il 30 giugno il bando Feamp 2014-2020 di attuazione della misura 1.32 "Salute e Sicurezza". Si tratta di una interessante opportunità per gli operatori professionali della pesca della nostra provincia per sostenere gli investimenti finalizzati a migliorare le condizioni di igiene, salute, lavoro e sicurezza dei pescatori, considerato che le attività marittime e di pesca sono quelle in cui maggiori sono i potenziali rischi per l’incolumità degli operatori. Le agevolazioni per questi investimenti possono riguardare interventi sulla sicurezza delle imbarcazioni, per la salute del personale (comprese le attività di formazione), per l’igiene  e per le condizioni generali di lavoro a bordo.

Tutti gli operatori della pesca delle tre marinerie agrigentine di Licata, Porto Empedocle e Sciacca possono ricevere adeguate informazioni negli sportelli informativi attivati dal Libero Consorzio Comunale di Agrigento nell’ambito dell’azione E.2 del progetto UE “Tartalife - Riduzione della mortalità della tartaruga marina nelle attività di pesca professionale”, che vede tra i partner il Libero Consorzio Comunale di Agrigento. Gli esperti della Bio&Tec soc. coop. di Trapani, che si è aggiudicata il relativo servizio di informazione, saranno a disposizione per assistere gli operatori e gli armatori interessati anche nel mese di Maggio 2017 secondo il seguente calendario: a Sciacca (c/o Soc. Coop. L’Ancora, Vicolo Mazzola, n.8) sabato 6 maggio, sabato 20 maggio e sabato 27 maggio dalle 9 alle 13;  a Porto Empedocle (Via Giotto n. 7) martedì 9 maggio,  giovedì 18 e giovedì 25 maggio dalle 9 alle 13; a Licata (c/o Studio di Assistenza e Consulenza per i pescatori in Via Principe di Napoli n. 53) il 9, 18 e 25 maggio dalle 15 alle ore 19. 

Ricordiamo inoltre che gli sportelli sono aperti al pubblico un giorno ogni 10 giorni in ogni porto, per un totale di 3 giornate mensili per marineria, per 4 ore giornaliere, e resteranno attivi sino al mese di agosto 2018.   

Continua, dunque, l’attività del Libero Consorzio di Agrigento nella promozione della sostenibilità ambientale anche nelle attività professionali di pesca, nel pieno rispetto delle disposizioni comunitarie che danno spazio all’innovazione e all’efficienza della pesca nel pieno rispetto delle risorse ittiche e della biodiversità marina.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento