Sicurezza degli operatori sanitari, Marinello: "Continuano le audizioni in commissione sanità"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

“Continuano le audizioni in commissione Sanità del Senato sul ddl n.867, per individuare misure di prevenzione e contrasto per gli atti di violenza a danno degli esercenti le professioni sanitarie, che sempre più di frequente mettono a serio rischio l’incolumità fisica e professionale di questa categoria. Oggi, in particolare, abbiamo ascoltato le rappresentanze della Federazione Ordini Farmacisti Italiani (FOFI) e della CGIL”. Così il senatore del Movimento 5 Stelle Rino Marinello che è intervenuto durante precedenti audizioni per raccontare la sua esperienza come medico di pronto soccorso. “Le problematiche che stiamo affrontando in questo disegno di legge – ha dichiarato Marinello – le ho vissute in prima persona. Per esperienza, in trent’anni di attività in prima linea, mi sono accorto che la presenza di una guardia giurata o la richiesta di intervento di forze dell’ordine, calmava quei familiari o pazienti che stavano mostrando atteggiamenti intimidatori o aggressivi nei confronti del personale sanitario”.  

“Difendere le professionalità e l'indipendenza del personale sanitario, creando le condizioni ambientali migliori, - continua il senatore - permetterà ai medici di svolgere meglio la loro attività. Al primo posto la sicurezza di medici, infermieri e di tutto il personale sanitario, divenuta una vera e propria emergenza nel panorama del Servizio Sanitario Nazionale italiano”.
“Anche di questi aspetti ho parlato nei mesi scorsi in diversi incontri in Prefettura e con il commissario dell’Asp di Agrigento. È necessario intervenire, - conclude il parlamentare Cinquestelle – e non possiamo lasciare che sia la magistratura, già ingolfata da innumerevoli processi, a gestire casi che potrebbero essere risolti con una prevenzione maggiore”. Il senatore Marinello spiega che questo ddl non determinerà nessun nuovo costo per la finanza pubblica - visto che vi si provvede mediante risorse umane, strumentali e finanziarie già disponibili. Sostanzialmente, oltre alla nascita di un Osservatorio nazionale sulla sicurezza del personale sanitario e parasanitario durante lo svolgimento della loro attività, vengono previste circostanze aggravanti per chi commette violenza o minaccia a danno delle stesse professioni, attraverso l’integrazione dell’art.61 del codice penale.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento