Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca Siculiana

Siculiana, prova di dialogo fra Amministrazione e Associazioni

Le Associazioni siculianesi: "un dato è certo: noi continueremo, con convinzione e determinazione...

A Siculiana, i presidenti delle Associazioni "Aulos", la "Associazione culturale e musicale" e "Terra siculianese", con una nota a firma dei presidenti, Leonardo Lauricella, Calogero Lino e Francesco Lucia, sollecitano l'Amministrazione comunale, affinchè si apra il confronto con le Associazioni e la cittadinanza. "Ci rammarica - si legge nella nota - che l’Amministrazione comunale anziché valorizzare ed apprezzare il diritto di iniziativa e di petizione riconosciuto alle Associazioni ed ai cittadini dallo Statuto del Comune, si avventuri in considerazioni che nulla hanno a che vedere col merito degli argomenti evidenziati. A nostro avviso le iniziative relative al ristudio del Piano Regolatore Generale ed alla realizzazione della rete del gas metano, sono state poste all’attenzione e alla sensibilità politica dell’Amministrazione in carica senza polemiche e con i dovuti modi; andando direttamente al cuore dei problemi. Senza premesse o considerazioni di sorta".

"Potevamo, a ragion veduta - continua la nota - sottolineare che è trascorso, infruttuosamente, più di un anno senza che questa Amministrazione abbia pensato al ristudio del Prg e quindi allo sviluppo urbanistico-turistico del nostro territorio; potevamo mettere in evidenza che lo stesso lasso di trascorso, e solo ora il problema metano viene preso in considerazione; Potevamo ricordare che il Piano Particolareggiato del centro storico come quello di Siculiana Marina dormono sogni tranquilli. Non l’abbiamo fatto, perché non ritenuto utile e proficuo nell’ottica di una partecipazione democratica e propositiva. Abbiamo preferito essere costruttivi, esercitare i nostri diritti e le nostre prerogative nell’interesse del Paese e  ricercare  un confronto leale e sereno con le istituzioni. Evidentemente non siamo stati compresi o non siamo stati sufficientemente chiari. Comunque sia - concludono Lauricella, Lino e Francesco Lucia - un dato è certo: noi continueremo, con convinzione e determinazione, ad esercitare i nostri diritti con l’auspicio che l’Amministrazione, in coerenza con il suo programma, metta in atto, nella gestione della Cosa pubblica, quel metodo partecipativo  e quella concertazione tanto auspicati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siculiana, prova di dialogo fra Amministrazione e Associazioni
AgrigentoNotizie è in caricamento