Mercoledì, 12 Maggio 2021
Cronaca

L'intimidazione al capo dell'Utc di Siculiana, Laureato incontra Diomede

Il prefetto, il questore e gli ufficiali dei carabinieri hanno portato un chiaro messaggio: "Lo Stato c'è e tutela chi opera in condizioni di difficoltà"

Il Municipio di Siculiana (foto archivio)

Lo Stato c'è. Ed ancora una volta - con la presenza del prefetto Nicola Diomede, del questore Mario Finocchiaro e degli ufficiali dell'Arma dei carabinieri - si è palesato. Questa volta a Siculiana dove, ieri, i rappresentati delle massime istituzioni hanno incontrato il sindaco Leonardo Lauricella ed il dirigente dell'ufficio tecnico comunale Laureato Tuttolomondo che, nei giorni scorsi, ha subito una pesante intimidazione. Qualcuno, nella notte fra martedì e mercoledì, infatti, gli ha distrutto una trentina di alberi di ulivo piantati nel suo appezzamento di terreno: in contrada Torre Salsa. 

"Siamo qui a testimoniare il nostro impegno quotidiano - ha detto il prefetto di Agrigento, Nicola Diomede, - per tutelare chi opera in condizioni di difficoltà in un contesto difficile. Chi subisce intimidazioni che turbano la serenità personale e della famiglia, come è avvenuto al geometra Tuttolomondo, è importante che senta la vicinanza dello Stato".  

L'atto intimidatorio è molto probabilmente legato all'attività professionale svolta come dirigente dell'ufficio tecnico del comune di Siculiana da Tuttolomondo, che da una settimana è stato chiamato a dirigere anche l'ufficio tecnico comunale di Montallegro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'intimidazione al capo dell'Utc di Siculiana, Laureato incontra Diomede

AgrigentoNotizie è in caricamento