Eritreo investito e ucciso dopo la fuga da Villa Sikania: operato il poliziotto ferito, Viminale dispone trasferimenti

I medici di Ortopedia hanno ridotto la frattura a tibia e perone al 34enne ricoverato. Il ministro Luciana Lamorgese: "Ringrazio gli operatori di polizia impegnati nella complessa gestione del fenomeno migratorio". Procuratore e questore fanno visita all'agente in ospedale

La salma dell'eritreo davanti a Villa Sikania

Uno dei tre poliziotti rimasti feriti è stato operato. I medici di Ortopedia del "San Giovanni di Dio" gli hanno ridotto la frattura, una brutta frattura, a tibia e perone. Il trentaquattrenne che, ieri sera, era in servizio di vigilanza, con gli altri colleghi, al centro d'accoglienza Villa Sikania ne avrà per un po', ma guarirà. Non è mai stato, per fortuna, in pericolo di vita. Gli altri due poliziotti, rimasti feriti in maniera più lieve, hanno invece già lasciato l'ospedale. 

Il procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio e il questore Rosa Maria Iraci sono andati a fare visita, questo pomeriggio, al poliziotto rimasto ferito stanotte. 

"E' encomiabile il lavoro delle forze dell'ordine in una situazione oggettivamente difficile, anche per le note ragioni sanitarie. Una situazione che viene però affrontata con professionalità, dedizione e nel rispetto delle norme spesso complesse e di difficile interpretazione - ha detto il procuratore capo di Agrigento, Luigi Patronaggio - . Un pensiero va al cittadino eritreo che ha trovato la morte per il sommarsi di tragiche circostanze e per l'incoscienza di un giovane automobilista".

 Fuga da Villa Sikania: investito e morto un giovane eritreo, tre poliziotti feriti: arrestato 34enne

Il Viminale ha disposto l'alleggerimento del centro di Siculiana. "E' già stato disposto un significativo alleggerimento delle presenze nel centro di Siculiana che, negli anni precedenti, ha raggiunto anche punte di 400 migranti ospitati contemporaneamente" - ha detto, secondo quanto riporta l'Ansa, il ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, dopo l'episodio del migrante in fuga investito ed ucciso. "Sono attualmente 65 per turno, gli operatori di polizia e militari impegnati nell'attività di vigilanza del centro" - ha spiegato - . Ieri, secondo quanto ha reso noto il ministero, erano presenti nel centro di accoglienza Villa Sikania 237 migranti, tra i quali in misura prevalente tunisini (55), marocchini (24) e bengalesi (44). Tutti i presenti sono stati sottoposti a tampone lo scorso 31 agosto: 16 sono risultati positivi al Coronavirus e 19 esami rinofaringei hanno avuto un esito incerto. Per questi ultimi migranti è stato ripetuto il tampone, il cui esito si conoscerà nella giornata di oggi, e sono stati posti in isolamento. Per tutti i migranti presenti nella struttura l'azienda sanitaria provinciale ha disposto la ripetizione del periodo di quarantena.  Non appena conosciuto l'esito dei tamponi per i casi dubbi, i migranti risultati positivi sono destinati ad essere trasferiti su una nave traghetto, previo parere favorevole dell'Usmaf.

Il ministro, dopo quanto è avvenuto stanotte, ha ringraziato tutti gli operatori di polizia: "Il mio ringraziamento va a tutti gli operatori di polizia impegnati sul fronte della complessa gestione del fenomeno migratorio in una fase di emergenza sanitaria, chiamati anche a svolgere delicati e gravosi servizi di vigilanza a tutela della salute dei cittadini". 

L'assessore alla Salute della Regione Siciliana, Ruggero Razza, ha trasmesso, intanto, alle Prefetture di Agrigento e Ragusa la "relazione urgente e preliminare delle attività della "task force per la verifica della congruità delle condizioni degli hotspot dei centri di prima accoglienza" nell'isola chiedendo loro di "conoscere quali atti urgenti si intendono adottare per evitare la perduranza della violazione delle norme igieniche sanitarie" nelle strutture. Lo si apprende da fonti dell'assessorato della Regione Siciliana.

L'incidente mortale dopo la fuga da Villa Sikania, le reazioni: "Struttura inadeguata, lo diciamo da tempo"

(Aggiornato alle ore 17,20)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, traffico di droga e politica: scatta l'operazione "Oro bianco": 12 arresti, ecco i nomi

  • Fiumi di droga, estorsioni, minacce e il "braccetto" con la politica: ecco i dettagli dell'operazione "Oro bianco"

  • Scontro fra due auto nella zona industriale, muore impiegata 62enne

  • Rimorchio si sgancia da tir e travolge auto: due feriti, uno in gravi condizioni

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore (+79 in provincia): la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento