rotate-mobile
Cronaca Siculiana

Traffico di droga a cavallo di tre province, siculianese si difende dal gip

Francesco Catania, 35 anni, respinge le accuse: "Linguaggio criptico? Macchè, parlavo di frizione perchè faccio il meccanico"

Francesco Catania, 35 anni, di Siculiana, arrestato nell'operazione "Mare magnum" che ipotizza un traffico di droga sull'asse Agrigento-Palermo-Caltanissetta, si difende dal gip. L'indagato, assistito dai difensori, gli avvocati Giulia Cristodaro e Daniele Re, ha smentito di far parte dell'organizzazione dicendo di conoscere solo superficialmente gli indagati.

Scatta il blitz, quindici arresti

"Linguaggio criptico? Macchè, quando parlaco di macchina, olio e frizione era perché faccio il meccanico. I suoi legali hanno annunciato di avere già depositato ricorso al tribunale del riesame. 

Nell'operazione, in tutto, sono scattati quindici arresti. Sono finiti in carcere: i nisseni Antonio Capuzzo, 32 anni; Francesco Turco, 35 anni; Michele Christian Pesce, 36 anni; Andrea La Iacona, 35 anni; Michele Giuseppe Tripisciano, 33 anni (attualmente sottoposto a detenzione domiciliare); Marco Michele Ventura, 32 anni; i palermitani Francesco Paolo Ferdico, 54 anni; Giuseppe Ferdico, 44 anni (attualmente detenuto); Gaetano Gagliano, 31 anni; Francesco Lena, 34 anni; Daniele Giallanza, 46 anni (attualmente sottoposto agli arresti domiciliari); Pietro La Cara, 42 anni (attualmente sottoposto all’obbligo di dimora); l’agrigentino Francesco Catania, 35 anni, di Siculiana; Giovan Battista Di Marca, 42 anni di Pietraperzia (attualmente detenuto). Agli arresti domiciliari è finita Gaetana Gagliano, moglie di Francesco Paolo Ferdico.

IL VIDEO. Gli ordini partivano da Porto Empedocle

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico di droga a cavallo di tre province, siculianese si difende dal gip

AgrigentoNotizie è in caricamento