rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Ribera

Danni del maltempo, la Giunta regionale stanzia 44 milioni di euro

L'esecutivo ha dichiarato lo stato di calamità naturale per dieci Comuni dell'Agrigentino. Atteso per domani l'arrivo a Sciacca di Davide Faraone

La giunta regionale, sentita la proposta della Protezione Civile, ha deliberato la dichiarazione di stato calamità per i Comuni colpiti dai nubifragi registrati in Sicilia il 19, 24 e 25 novembre. In provincia di Agrigento sono ben 10 i centri per i quali è stato dichiarato lo stato di calamità. Si tratta di: Bivona, Burgio, Caltabellotta, Calamonaci, Cianciana, Realmonte, Ribera, Sambuca di Sicilia, Santo Stefano di Quisquina e Sciacca.

“Sono stati stanziati – scrive la Regione - 40 milioni di euro per fronteggiare i primi danni strutturali a valere sul Poc e approvato un emendamento di 4 milioni e 100 mila euro da inserire nella manovra finanziaria, per le spese più immediate. Con un'ulteriore deliberazione, dopo il censimento in corso da parte della protezione civile, verranno quantizzati i danni: alle attività produttive, ai privati, alle produzioni agricole e alle strutture pubbliche, che in atto sembrano ingenti”. “Con questo intervento – dice il presidente Rosario Crocetta – la giunta affronta con atti concreti l'emergenza derivata dalle recenti calamità naturali e dà una risposta immediata ai cittadini e alle istituzioni locali”.

Intanto domani arriverà nell’agrigentino Davide Faraone, sottosegretario all’Istruzione del governo Renzi. "Il Governo nazionale – scrive Faraone - è vicino alla Sicilia e in particolar modo alla provincia di Agrigento, colpita negli ultimi giorni dal maltempo, ed è pronto a intervenire a sostegno delle popolazioni”. Alle 10.30 di domani Faraone arriverà a Sciacca. Nell’istituto “Arena” di via Nenni incontrerà i sindaci della provincia colpiti dal maltempo.

“Il violento nubifragio che si è abbattuto recentemente sulla Sicilia occidentale ha messo in ginocchio diverse aziende agricole, soprattutto nell’area di Agrigento, dove si sono verificate esondazioni di fiumi e torrenti, allagamenti e frane, compromettendo anche la viabilità rurale nelle campagne”. Lo dichiara Rosa Giovanna Castagna, presidente regionale della Cia Sicilia. “Il fatto che il dissesto del territorio sia la causa principale dei danni all’agricoltura quando c’è maltempo – continua Castagna – deve indurre gli agricoltori a sfruttare i contributi europei erogati a chi stipula un’assicurazione contro i danni, visto che la Sicilia è la regione italiana che usa in modo irrisorio queste somme”. “Inoltre, è indispensabile – conclude Castagna – un’attenzione maggiore agli investimenti nei territori da parte della politica istituzionale che siano mirati ad un’azione preventiva”.

Intanto il commissario straordinario del Libero Consorzio, Roberto Barberi, ha annnciato di avere "disposto una ricognizione dei danni riportati da strade provinciali e scuole di competenza dell'ente nelle zone della provincia devastate venerdì scorso dal maltempo.Tecnici del settore  edilizia scolastica e infrastrutture stradali sono già al lavoro  nelle zone di Ribera e Sciacca per verificare e quantificare i danni  riportati dalle strutture e soprattutto per stilare un piano di  intervento che sarà sottoposto all'attenzione del presidente della Regione, per il tramite del dipartimento regionale di Protezione Civile e sarà portato all'attenzione dei sindaci territorialmente interessati". "Il piano di intervento - conclude l'ex Provincia - dovrà necessariamente ricevere un contributo finanziario dalla Regione Siciliana, che dal canto suo ha già annunciato la messa a disposizione di risorse anche per la viabilità secondaria danneggiata. Attualmente, infatti, gli scarsi mezzi a disposizione del Libero Consorzio possono consentire solo interventi finalizzati alla rimozione dei detriti dalle numerose strade provinciali danneggiate, e piccoli interventi nelle scuole". 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Danni del maltempo, la Giunta regionale stanzia 44 milioni di euro

AgrigentoNotizie è in caricamento