menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il tribunale di Agrigento

Il tribunale di Agrigento

"Si rifiutò di fornire atti su assunzioni", parte processo a dirigente Cupa

La difesa della parte civile chiede di citare l'ente in giudizio in qualità di responsabile civile

A processo con l’accusa di essersi rifiutata di fornire la documentazione relativa ad alcune assunzioni. Dopo il rinvio a giudizio, disposto dal gup del tribunale di Agrigento, Alfonso Malato, è iniziato il processo a carico di Olga Matraxia, 65 anni, dirigente del polo universitario, accusata di omissione di atti di ufficio.

La vicenda, che risale al 2012, scaturisce dalla denuncia di un imprenditore che in passato aveva avuto un rapporto di lavoro con l'ente e chiedeva di essere stabilizzato. Un esperto informatico, dopo avere lavorato con un contratto a progetto stipulato con una sua ditta, si era visto respingere la richiesta e chiese dei documenti al Cupa che giustificassero, invece, le assunzioni decise a vantaggio di altri precari che, a suo dire, avevano i suoi stessi requisiti.

L'ente non rilasciò la documentazione con la motivazione della "carenza di interesse" da parte del richiedente che, invece, presentò una querela. L’avvocato Salvatore Pennica, che assiste l’imprenditore autore della denuncia in qualità di parte civile, ieri ha chiesto la citazione in qualità di responsabile civile del consorzio universitario.

Il difensore dell’imputata, l’avvocato Daniela Posante, si è invece opposta sottolineando "l'irrirualità della richiesta nei tempi e nelle forme". Il collegio di giudici presieduto da Luisa Turco scioglierà la riserva all'udienza successiva del primo marzo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento