Cronaca

"Si Resti, Arrinesci", iniziativa contro l'emigrazione anche nell'Agrigentino

Ad Aragona - uno dei centri dove ha fatto tappa l'evento - sono state piantumate delle aiuole

La piantumazione di aiuole ad Aragona

Una domenica all'insegna della riqualificazione e valorizzazione della propria terra è quella vissuta oggi in tutta la Sicilia sulla spinta della campagna regionale "Si Resti, Arrinesci", nata per fermare l'emigrazione forzata dall'isola.

Dopo la grande manifestazione regionale tenutasi a Palermo lo scorso 25 ottobre e le assemblee cittadine datesi nei diversi territori (tante altre sono in programma e infittiscono il calendario del movimento), il movimento ha indetto per oggi una Giornata regionale di cura dei territori siciliani, troppo spesso abbandonati e trascurati.

L'iniziativa, nell'Agrigentino, a fatto tappa ad Aragona, Canicattì e San Biagio Platani. Imbracciando scope e palette, pennelli e cazzuole, sacchi per i rifiuti e guanti,dalle città e i borghi siciliani oggi è partito un fortissimo segnale di protagonismo, una aperta dimostrazione di amore e orgoglio per la Sicilia.

Ecco che  in provincia di Agrigento, nella cittadina di Aragona con la collaborazione dei giovani di Facilmente si stanno ripulendo le aiuole comunali vuote e piantando alberi di agrumi dando ad ognuno di essi il nome di un personaggio siciliano; a S.Biagio Platani si è ripulita la via Veneziano e a Sciacca il quartiere Seniazza ha partecipato alla giornata dedicata alla cura dei territori siciliani, coinvolgendo le famiglie residenti, vigili del fuoco in congedo e liberi cittadini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Si Resti, Arrinesci", iniziativa contro l'emigrazione anche nell'Agrigentino

AgrigentoNotizie è in caricamento