rotate-mobile
Cronaca

Nubifragio in provincia: Si lavora per ripristinare la viabilità sulle strade provinciali

E’ stata disposta la chiusura della Esa-Chimento. I maggiori danni  sono avvenuti lungo la Sp19...

E’ stata disposta la chiusura al transito veicolare della strada provinciale Esa-Chimento che collega la circonvallazione “Mosella” con il centro abitato di Favara, a causa del cedimento di un parte della carreggiata a causa dello scoppio della rete fognaria e dello sprofondamento di un tratto di banchina nella parte opposta alla frana. Ripristinata, invece, dal personale stradale dell’Ufficio Tecnico, la viabilità sulle provinciali interessate dagli smottamenti e dai detriti depositati dall’improvvisa precipitazione, a carattere alluvionale, delle prime ore pomeridiane del 27 settembre, che ha causato inconvenienti di varia natura lungo alcune strade provinciali della zona centro-nord, dove sono state più intense precipitazioni alluvionali.

I maggiori danni, causati dal riversamento di fanghiglia e detriti sulla carreggiata stradale, sono avvenuti lungo la Sp19 nel tratto Alessandria della Rocca – San Biagio Platani, lungo la Sp80 “Baiata-Favara” e lungo la strada Esa-Chimento nel tratto di competenza del Comune di Favara a causa della rottura di un sottoservizio in rete (fogna). Nella mattinata di oggi altro personale stradale dell’Utp, sta operando sulla strada di collegamento statale 115-Favara nella zona della rotonda “Crocca” dopo il villaggio Mosè.

Nello stesso pomeriggio di ieri è stato allertato l’Ufficio Tecnico Provinciale che ha subito inviato nelle zone interessate da frane e smottamenti il personale stradale in servizio di reperibilità. Si è pertanto provveduto, nell’immediato, a chiudere, con l’aiuto delle pattuglie della Polizia Provinciale, le strade ingombre di detriti e fango, per consentire al personale operativo dell’Ufficio Tecnico dell’Ente Provincia ad eliminare i pericoli, procedendo alla rimozione di fanghiglia e detriti vari, e ripristinare il transito veicolare in sicurezza.

Per l’Esa-Chimento è stato necessario chiudere l’intera arteria a causa dei pericolosi smottamenti e cedimenti del piano di carreggiata nel tratto di competenza comunale che hanno prodotto una voragine di alcuni metri.

Nei prossimi giorni, quando tutta la fanghiglia si sarà asciugata ed acquisterà consistenza, si provvederà alla totale rimozione. Il direttore dell’Area Tecnica, Piero Hamel, ha fatto insieme ai tecnici un sopralluogo nelle zone interessate dagli smottamenti per impartire precise direttive.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nubifragio in provincia: Si lavora per ripristinare la viabilità sulle strade provinciali

AgrigentoNotizie è in caricamento