Via Unità d'Italia, servirà mezzo milione per far tornare le famiglie in casa

Bisognerà rimuovere la plastica bruciata ed intervenire sulla struttura del palazzo, danneggiata dalle fiamme

Incendio di via Unità d'italia, a distanza di alcuni mesi famiglie ancora sgomberate e conto salatissimo da pagare per riportare la situazione alla normalità.

Palazzina evacquata dopo incendio, la rabbia dei residenti: vogliamo tornare a casa

A fare i conti è il quotidiano La Sicilia. In particolare, stima il quotidiano catanese, servirebbero 150mila euro per la rimozione delle macerie e la bonifica dalla plastica bruciata e dagli altri materiali combusti nello spaventoso rogo che, fortunatamente, non contò feriti, e più 400mila euro per ripristinare l'edificio danneggiato dalle altissime temperature raggiunte nel magazzino occupato da un'azienda di materiali plastici.

Incendio di Fontanelle, spento ogni rogo dopo 45 ore di lavoro

Solo compiuti questi passaggi si potrà effettivamente revocare l'ordinanza e consentire alle famiglie di tornare a casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento