Martedì, 28 Settembre 2021

Il servizio idrico non può fermarsi: Regione, sindaci e Aica a rapporto dal prefetto

Nella sede territoriale del Governo si è svolto un vertice per programmare le azioni necessarie a scongiurare l'interruzione della fornitura di acqua nei comuni agrigentini

“Garanzia di continuità del servizio idrico integrato nei 43 comuni della provincia”. Questo è stato l'imperativo che più volte è stato pronunciato durante il vertice in Prefettura che ha visto protagonisti i responsabili di Aica, ovvero il nuovo organo di gestione del servizio.

L'incontro, voluto dall'assessore regionale agli Enti Locali, Marco Zambuto è stato accolto favorevolmente dal prefetto Maria Rita Coccifa che ha messo a disposizione la sede territoriale del governo per fare il punto della situazione. Il prossimo 2 agosto, scade il mandato commissariale di Gervasio Venuti e per evitare l'interruzione del pubblico servizio, i sindaci e il consiglio di amministrazione di Aica, dovranno “correre” per scongiurare il blocco della fornitura idrica.

Durante l'incontro è stata fatta una scaletta di priorità, una programmazione che deve tenere conto dell'approvazione all'Ars, del ddl che per Aica, stanzia 10 milioni di euro. Norma che potrebbe essere varata durante la seduta del 3 agosto.

Gestione del servizio idrico, si avvicina la data di "scadenza": vertice in Prefettura

Si parla di

Video popolari

Il servizio idrico non può fermarsi: Regione, sindaci e Aica a rapporto dal prefetto

AgrigentoNotizie è in caricamento