Cronaca

Prevenzione incendi, al via il servizio sulle strade provinciali di Agrigento

Il servizio interessa i territori di quattordici Comuni e prevede postazioni dinamiche con una squadra di due volontari per ciascun percorso. Le squadre saranno attive quotidianamente con turni di otto ore

Un incendio di sterpaglie (foto archivio)

E'  attivo da stamani il servizio di vigilanza antincendio lungo le strade provinciali e alcune statali limitrofe ad aree boscate. Il servizio è curato dall’Ufficio di Protezione civile della Provincia regionale, oggi Libero consorzio comunale, diretto dall’ingegnere Bernardo Barone e coordinato dal responsabile Marzio Tuttolomondo. L'attivazione fa seguito alla riunione dello scorso 29 maggio nella sala di Protezione civile della Prefettura e a quella dello scorso 31 luglio negli uffici del Libero consorzio.

Il servizio interessa i territori di quattordici Comuni e prevede postazioni dinamiche con una squadra di due volontari per ciascun percorso. Le squadre saranno attive quotidianamente con turni di otto ore, dalle 12 alle 20, sino al  prossimo 31 agosto, ultimo giorno del servizio, per il quale hanno dato la disponibilità le associazioni di volontariato: "Aeop" di Agrigento, "Grifoni" di Favara, "Giubbe d’Italia" di Grotte, "Vigili del fuoco in congedo" di Naro, "Vigili del Fuoco in congedo" di Cammarata, "Giubbe Verdi Santa Croce" di Casteltermini, "Giubbe d’Italia" sezione di Cattolica Eraclea e "Vigili del Fuoco in congedo" di Camastra.

I volontari comunicheranno tempestivamente l’esistenza di focolai o situazioni di rischio direttamente al Corpo forestale, ai Vigili del fuoco, ai Comuni e al personale reperibile del Libero consorzio per prevenire o limitare i danni procurati dagli incendi. 

Continua, dunque, l’impegno del Libero consorzio, che nonostante i tagli nei trasferimenti da parte della Regione continua ad investire risorse per la salvaguardia del territorio. Il commissario straordinario Benito Infurnari sottolinea come la vigilanza antincendio costituisca un ulteriore importante aspetto dell’attività svolta dall’Ufficio di Protezione civile del Settore Ambiente.

Ecco le strade provinciali che verranno interessate dalla vigilanza antincendio:
- S.P n.24 , n.26 e SPC n.28 nei Comuni di Cammarata e S. Stefano di Q. (Ass.ne Nazionale Vigili del Fuoco in Congedo – Delegazione di Cammarata);
- Tratto SS.640 Bivio Mosella – Bivio S.P. N.80 – S.P. n.1 nel Comune di Agrigento (Ass.ne A.E.O.P. di Agrigento);
- SP n.14, n.15 e n.16 nei Comuni di Grotte e Racalmuto (Ass.ne Giubbe d’Italia sezione di Grotte);
- sulle SS.410 e SS.576 sulla diga di Naro e Diga Furore, nel comune di Naro (Ass.ne Vigili del Fuoco  in Congedo di Naro);
- SP n.20, SPC n.29 e SPC n.30 nel Comune di Casteltermini (Ass.ne Giubbe Verdi “Santa Croce” di Casteltermini);
- SP n.80, sulla strada di collegamento Mosella e miniera Lucia, nel comune di Agrigento (Ass.ne  Grifoni di Favara);
- SP.n.29 A, SP n.30 e SP n.28 nei comuni di Cattolica Eraclea e di Montallegro (Ass.ne Giubbe d’Italia sezione di Cattolica Eraclea);
- SP n.63 A, SP n.05 B, SPC n.67 e SPC n.68 nei comuni Palma di Montechiaro e  di Licata (Ass.ne Vigili del Fuoco in Congedo di Camastra).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prevenzione incendi, al via il servizio sulle strade provinciali di Agrigento

AgrigentoNotizie è in caricamento