rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Controlli / Canicattì

Il sequestro del centro ippico, somministrava farmaci agli animali senza essere veterinaria: denunciata

Oltre al disoccupato 47enne, i carabinieri hanno deferito anche la moglie e hanno sequestrato 12 confezioni di medicinali vari, alcuni dei quali anche scaduti

"Senza averne alcun titolo, praticava la professione di medico veterinario, somministrando agli animali presenti nel centro ippico di contrada Calandra a Canicattì farmaci acquistati senza la necessaria prescrizione medica, omettendo anche di annotare la distribuzione sull'apposito registro". E' una donna la titolare del centro ippico di Canicattì che è stata denunciata alla Procura, dai carabinieri, per queste motivazioni. I militari hanno sequestrato 12 confezioni di medicinali vari, alcuni dei quali anche scaduti. La donna è stata deferita all'autorità sanitaria perché nella struttura - fra 17 cavalli, 3 pony, 2 asini e un suino - c'erano anche 6 equidi privi di microchip, in promiscuità con quelli registrati.

Alcuni cavalli privi di microchip, rifiuti speciali sui terreni e parte della struttura abusiva: sequestrato centro ippico

Il marito, un disoccupato di 47 anni, è stato invece denunciato, alla Procura, perché "realizzava abusivamente, nel centro ippico, una discarica di 5 metri quadrati, priva di protezione, contenente rifiuti speciali eterogeni - è riportato nell'atto di accusa - . Rifiuti consistenti in parti meccaniche di veicoli". Ad operare sono stati i carabinieri della compagnia di Canicattì, coordinati dal maggiore Luigi Pacifico, ma anche quelli del Nas di Palermo e quelli del Centro Anticrimine Natura del comando provinciale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sequestro del centro ippico, somministrava farmaci agli animali senza essere veterinaria: denunciata

AgrigentoNotizie è in caricamento