rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022

Il sequestro dei beni di Nicola Ribisi, il questore: "Una risposta ad un territorio martoriato dalla mafia"

Rosa Maria Iraci: "Palma di Montechiaro è fortemente inquinata da una criminalità pervicace che imbavaglia l'economia e la libertà della gente di poter operare sul mercato"

"Un sequestro del genere, la villa-dimora, in territorio di Palma di Montechiaro (Ag), per l'intera provincia, è un forte segnale che lo Stato c'è. Può essere, talvolta, un po' lento, ma il colpo, quando arriva, è imponente. Questo è un segnale patrimoniale, ma anche simbolico per un territorio martoriato dalla mafia". Lo ha detto, a margine della conferenza stampa, il primo dirigente Daniele De Girolamo che è a capo della divisione Anticrimine della Questura di Agrigento.

Associazione mafiosa, sequestrati villa con piscina e conti correnti a Nicola Ribisi

"Il territorio di Palma di Montechiaro è fortemente inquinato dalla criminalità mafiosa - ha confermato il questore Rosa Maria Iraci - . Una criminalità pervicace che imbavaglia l'economia e la libertà della gente di poter operare sul mercato. E' importante l'operazione di oggi perché si fa capire ad un territorio che è fortemente attenzionato dalle forze di polizia - ha concluso il questore Iraci - , dalla Questura che ha lavorato e che raggiunto un obiettivo di vittoria dello Stato. Lo Stato c'è e acquisiamo i beni illecitamente acquisiti, frutto sicuramente non di lavoro onesto".

Maxi sequestro a Nicola Ribisi, la vila abusiva con piscina

Video popolari

Il sequestro dei beni di Nicola Ribisi, il questore: "Una risposta ad un territorio martoriato dalla mafia"

AgrigentoNotizie è in caricamento