menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I poliziotti durante il sequestro

I poliziotti durante il sequestro

Sequestrati beni ad un imprenditore, sigilli a terreni e fabbricati tra Licata e Campobello

Nunzio Catania, licatese di 61 anni, già sorvegliato speciale di pubblica sicurezza, è stato coinvolto alcuni anni fa in numerose vicende giudiziarie e, in particolare, in processi per associazione a delinquere finalizzata alle truffe ai danni dell'Inps

Beni per un valore complessivo di quattrocentomila euro sono stati sequestrati stamani, tra Licata e Campobello di Licata, all'imprenditore agricolo Nunzio Catania, licatese di 61 anni. Si tratta di circa 20 ettari di terreni e di 3 fabbricati. Ad eseguire il sequestro è stata la Polizia di stato (Ufficio misure di prevenzione della Divisione anticrimine della Questura di Agrigento), con l'ausilio dei colleghi del Commissariato di Licata e del Nucleo polizia tributaria della Guardia di finanza di Agrigento.

catania nunzio 61 2014 licata-2Catania, già sorvegliato speciale di pubblica sicurezza, è stato coinvolto alcuni anni fa in numerose vicende giudiziarie e, in particolare, in processi per associazione a delinquere finalizzata alle truffe ai danni dell'Inps: secondo gli inquirenti, l'organizzazione di cui avrebbe fatto parte il Catania assumeva fittiziamente lavoratori agricoli, ricevendo in compenso ingenti prestazioni non dovute.  

Il Tribunale di Agrigento ha emesso il decreto di sequestro in seguito ad una proposta del questore di Agrigento, a conclusione di un articolato lavoro di indagini ed accertamenti che hanno visto coinvolti i poliziotti della Divisione anticrimine con l’ausilio dei militari delle fiamme gialle.

Le indagini avrebbero, quindi, dimostrato una forte disparità tra le disponibilità economiche di Nunzio Catania e il suo patrimonio immobiliare.

La Questura di Agrigento - in virtù della recente novella normativa, che dà ulteriore impulso alle misure di prevenzione patrimoniali - ha intensificato le attività di indagine finalizzate all'aggressione dei patrimoni accumulati illecitamente, in particolare quelli nella disponibilità di soggetti gravitanti nell’ambiente criminale mafioso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento