rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Cronaca Sciacca

«Legittimo aumento retroattivo tariffa idrica»: ribaltata sentenza del Giudice di pace di Sciacca

Ribaltata la sentenza del Giudice di pace di Sciacca che, nel febbraio 2014, aveva ritenuto illegittimo l'aumento retroattivo della tariffa idrica e disposto la restituzione delle eccedenze non dovute, oltre agli interessi legali, in riferimento alla fattura del 7 novembre 2012 di un utente di Sciacca

Ribaltata la sentenza del Giudice di pace di Sciacca che, nel febbraio 2014, aveva ritenuto illegittimo l’aumento retroattivo della tariffa idrica e disposto la restituzione delle eccedenze non dovute, oltre agli interessi legali, in riferimento alla fattura del 7 novembre 2012 di un utente di Sciacca.

Il 14 settembre scorso, infatti a seguito dell’atto di appello presentato dalla Girgenti Acque SpA che ha impugnato la sentenza, il Giudice d’Appello ha ritenuto legittimo l’aumento retroattivo della tariffa come previsto dall’art. 1, comma 169, l.n.296 del 2006, in base al quale "gli enti locali deliberano le tariffe e le aliquote relative ai tributi di loro competenza entro la data fissata da norme statali per la deliberazione del bilancio di previsione. Dette deliberazioni, anche se approvate successivamente all’inizio dell’esercizio purché entro il termine innanzi indicato, hanno effetti dal 1° gennaio dell’anno di riferimento".

Nel caso specifico, l’Ato idrico ha approvato le tariffe il 20 giugno 2012, prima della scadenza del termine per l’approvazione del bilancio, fissato per quell’anno entro il successivo 31 ottobre.

Conseguentemente, si legge in una nota dell'ente gestore el servizio idrico, l’approvazione della tariffa è avvenuta legittimamente con effetto dal primo gennaio 2012. 

«E’ stata così accertata la legittimità della fattura - scrive Girgenti acque - e l’utente saccense è stato condannato ai pagamenti delle bollette e delle spese di giudizio».


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Legittimo aumento retroattivo tariffa idrica»: ribaltata sentenza del Giudice di pace di Sciacca

AgrigentoNotizie è in caricamento