menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un soccorso di migranti (foto Sea Watch4)

Un soccorso di migranti (foto Sea Watch4)

Sea Watch soccorre 204 migranti, Salvini: "Vietare l'ingresso delle Ong nelle nostre acque"

Nell'ultima imbarcazione agganciata, "anche 30 persone in ipotermia e alcuni intossicati dal carburante": rendono noto dalla ong

Ore 13,20. La Sea Watch4 ha soccorso - viene reso noto su Twitter - a 50 miglia a Nord dalla costa libica, 100 persone, 30 delle quali erano in ipotermia, altre intossicate dal carburane. "I naufraghi ricevono ora assistenza dal team medico di Msf Italia - rendono noto dalla ong - insieme ad altre 104 persone soccorse in meno di 48 ore.

Ore 7,45. "Mentre Lampedusa è al collasso, i sindaci siciliani di Pd e 5Stelle (il riferimento è ai primi cittadini di Trapani ed Augusta ndr.) vietano gli sbarchi e un governatore del Pd pensa addirittura di chiudere la Campania per il rischio Covid, l'ong Sea Watch annuncia di aver preso a bordo più di 100 persone. Il governo che ha spalancato i porti abbia un sussulto di responsabilità: vieti l'ingresso delle Ong nelle nostre acque, applicando il decreto sicurezza, e dimostri agli italiani che il tanto celebrato accordo di Malta funziona davvero". Lo ha detto, ieri, il leader della Lega Matteo Salvini dopo l'annuncio di Sea Watch.

La Sea Watch 4, in acque internazionali, ha soccorso - fra sabato e domenica - due imbarcazioni con a bordo 7 e 97 extracomunitari. A bordo ha, dunque, complessivamente 104 migranti. Fra loro - secondo quanto è stato reso noto tramite i social - anche 9 bambini. Appare scontato, così come è accaduto anche in passato, che la nave potrebbe fare rotta verso il porto italiano più vicino: Lampedusa. 

(Aggiornato alle ore 14,06)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento