Carola Rackete ha lasciato la città, la Sea Watch: "Abbandonata da tutte le autorità"

Il portavoce della Ong sul ministro Salvini: "Nessuno può chiamarci vice scafisti o quant'altro senza averne prova e non dire una parola quando a una donna viene insultata e le viene augurato di essere stuprata''

Il comandante della Sea Watch all'arrivo a Porto Empedocle

"Mi ha chiesto se era il caso di migrare in Australia ad occuparsi di albatros". Giorgia Linardi, portavoce della Sea Watch, racconta della battuta scherzosa di Carola Rackete, comandante della Sea Watch3, subito dopo la sua liberazione decisa dal gip Alessandra Vella. La trentunenne tedesca ha già lasciato Agrigento. 

Caso "Sea Watch3", i Pm negano il nulla osta per l'allontanamento di Carola Rackete

"Grazie ai legali e rassicurazioni all'equipaggio della Sea Watch": queste le prime parole della capitana Carola Rackete, come riferito nel corso della conferenza stampa convocata dalle associazioni alla stampa estera, dalla portavoce di Sea Watch Giorgia Linardi. "Mi ha detto di ringraziare i legali per il lavori fatto insieme perché Carola ha usato il tempo dell'isolamento per ricostruire l'accaduto - ha aggiunto, secondo quanto riporta l'Adnkronos - . Mi ha chiesto di mandare rassicurazioni e saluti all'equipaggio".

Il prefetto ha firmato: Carola Rackete allontanata dall'Italia

"Carola sta bene. Ha trascorso tre giorni di isolamento, non si rende conto della risonanza che la vicenda sta avendo" - ha spiegato sempre Giorgia Linardi, portavoce di Sea Watch, parlando della capitana Carola Rackete che stamattina ha lasciato Agrigento dopo la decisione del gip di non convalidare l'arresto.

Carola ha lasciato Agrigento 

"Che una nave umanitaria venga considerata la più urgente minaccia all'ordine pubblico, credo che questo renda ridicolo il Paese. L'ordinanza di ieri ristabilisce ordine sulla gerarchia delle norme e restituisce dignità al Paese" - ha spiegato la portavoce della Ong tedesca - . La capitana della Sea Watch Carola Rackete "è ancora in Italia, ma non è detto che vi si trovi nelle prossime ore o giorni" - ha continuato Linardi durante la conferenza stampa convocata dalle associazioni che hanno disertato l'audizione in commissione parlamentare sul decreto sicurezza - . 
"Rimarrà in Italia fino alla prossima udienza a suo carico il 9 di questo mese, ha confermato il padre, Ekkehart Rackete, in una  intervista all'agenzia di stampa tedesca "Dpa". Lo riporta l'Adnkronos. All'udienza preliminare del 9, Carola dovrà rispondere di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

Caso Sea Watch3, arresto non convalidato: il comandante Carola Rackete torna libera

"C'è stata una sensazione di abbandono da parte dei livelli nazionali e internazionali. Per 17 giorni la Sea Watch 3 ha tentato tutto ciò che poteva per un 
ingresso regolare. Non c'era nessuna alternativa a Lampedusa" - ha detto Linardi spiegando che la ong "non aveva nessuna intenzione di dirigersi verso paesi in guerra, ne' in Tunisia dove proprio in quei giorni una nave era bloccata, ne' a Malta più lontana di "50 miglia rispetto a Lampedusa". "Il comandante Carola ha fatto il suo dovere, le autorità hanno ignorato il comandante, che ha quindi fatto rotta verso un porto sicuro". 

Caso "Sea Watch3", il Gip: "Ha agito in adempimento di un dovere"

Sea Watch sul ministro Salvini

"Prendiamo atto che è una persona che ci insulta dalla mattina alla sera invece di ottemperare ai suoi compiti" - ha detto Giorgia Linardi, portavoce di Sea Watch parlando del ministro dell'Interno Matteo Salvini - . "Nessuno può chiamarci vicescafisti o quant'altro senza averne prova - ha concluso - e non dire una parola quando a una donna - ha continuato facendo riferimento a capitana Carola - viene insultata e le viene augurato di essere stuprata''.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento