rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Diplomifici e verifiche

Troppi "bravissimi" nelle scuole paritarie, Regione invia dossier in procura

Nelle relazioni degli ispettori, consegnate all'assessore Mimmo Turano, è stato segnalato il boom di studenti che hanno recuperato più anni in pochi mesi e sono stati ammessi alla maturità. Così come quelli che si sono iscritti ad anno scolastico in corso e già da tempo

È stata inviata anche alla procura della Repubblica di Agrigento la relazione degli ispettori che hanno controllato le scuole superiori paritarie della Sicilia dove erano state subodorate anomalie sul passaggio degli alunni, di terze e quarte classi, agli esami di maturità. A disporre le verifiche era stato nell'agosto scorso l'assessore regionale all'Istruzione Mimmo Turano che aveva anche firmato un apposito protocollo con l'ufficio scolastico regionale. 

Troppi "bravissimi" nelle scuole paritarie, la Regione dispone controlli anche in provincia

Adesso, la Regione ha inviato - "quale atto dovuto" - i dossier ad almeno tre procure: Palermo, Trapani e Agrigento. Lo riporta oggi il Giornale di Sicilia. "È chiaro che l'interesse della Regione è perseguire le scuole che non sono in regola per tutelare le tante che sono in regola", ha dichiarato l'assessore regionale al quotidiano Giornale di Sicilia

Troppi "bravissimi", i fari del Ministero dell'Istruzione anche sulla provincia di Agrigento

Nelle relazioni è stato segnalato il boom di studenti che hanno recuperato più anni in pochi mesi e sono stati ammessi alla maturità. Così come quelli che si sono iscritti ad anno scolastico in corso e già da tempo. Sarebbero emerse, per le scuole paritarie, irregolarità che potrebbero far perdere l'accreditamento. O addirittura dei reati. Ed ecco perché serve che quei dossier vengano analizzati dai magistrati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppi "bravissimi" nelle scuole paritarie, Regione invia dossier in procura

AgrigentoNotizie è in caricamento