menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Stop allo spaccio, al bullismo e ai raid vandalici: tornano i controlli davanti le scuole

Secondo le disposizioni del comando provinciale, i carabinieri, a debita distanza e magari anche in borghese, monitoreranno gli istituti d'istruzione

Niente spaccio di droga, atti di bullismo o raid vandalici. Con l'inizio del nuovo anno scolastico, il comando provinciale dei carabinieri - dislocando anche pattuglie a piedi - ha pianificato e disposto i nuovi servizi di prevenzione, davanti agli istituti scolastici di Agrigento e del resto della provincia, per garantire sicurezza e piena legalità agli studenti e maggiore serenità nei genitori.

I carabinieri, a debita distanza e magari anche in borghese, monitoreranno – secondo quanto è stato reso noto dal comando provinciale dell’Arma di Agrigento - gli orari strategici: il momento dell’ingresso e dell’uscita e magari anche, a seconda del tipo di istituto scolastico, quello della ricreazione. Così come è già accaduto anche in passato, i militari dell’Arma passeranno inosservati, ma ci saranno. Saranno sempre pronti ad intervenire in caso di necessità, ma soprattutto garantiranno prevenzione e repressione. Ad essere monitorato, in maniera particolare, sarà, ed è anche inevitabile che sia così, l’eventuale – allarmante – spaccio di sostanze stupefacenti davanti le scuole o nelle immediate vicinanze degli istituti scolastici. Gli obiettivi sono chiari: mai più droga – né spaccio, né consumo - fra i banchi o lungo i corridoi e i bagni degli istituti scolastici. Mai più atti di bullismo o possibili raid vandalici nelle aree scolastiche. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento