menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Scuole chiuse da oltre 50 giorni, i genitori protestano: "Penalizzata l'istruzione"

"Il pericolo del contagio - continuano - non ci deve paralizzare, ci deve rendere più responsabili ed attenti"

Scuole chiuse da 50 giorni a Palma di Montechiaro, i genitori incontrano il sindaco e chiedono che gli istituti scolastici rimangano aperti ma siano più sicuri.

Alcuni giorni fa, infatti, una delegazione ha incontrato il primo cittadino Stefano Castellino per "mettere in discussione l'atteggiamento generale di leggerezza con la quale si è trattata la scuola nei mesi scorsa".

Casi di Covid raddoppiati in un mese: chiuse scuole e vietati assembramenti

In particolare, raccontano i genitori, "dal 3 novembre i nostri bambini sono a casa, comprendiamo l'iniziale ansia circolata in paese dopo la notizia della pediatra positiva, e siamo coscienti che si debba salvaguardare la salute dei cittadini e degli scolari, ma questo non giustifica 50 giorni di chiusura. La scuola è rimasta aperta dappertutto e chiediamo che rimanga aperta pure a Palma, davanti all'emergenza scappare o nascondersi non risolve nulla".

Coronavirus, ordinanza restrittiva di Musumeci: scuole chiuse fino al 16 gennaio

In particolare, dicono ancora i genitori, si chiede alle istituzioni "di difendere la scuola ed il diritto allo studio di ogni alunno, dobbiamo trovare, soluzioni e modi per rendere la scuola ancora più sicura e se può essere utile offriamo la nostra collaborazione. Il pericolo del contagio - continuano - non ci deve paralizzare ci deve rendere più responsabili ed attenti, una volta riaperta la scuola essa deve rimanere aperta, chiediamo  uno sforzo maggiore, quello sforzo che finora è mancato , le scuole dell' infanzia, elementari e medie sono sicure, vogliamo che i nostri figli ritornino a scuola e  ci auguriamo di ritornare ad una vita normale, almeno per quanto riguarda la scuola".

Adesso a tenere chiuse le scuole è, come noto, una ordinanza del presidente Musumeci.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento